Cosa vedere a Toronto in 3 giorni (o più…)

Dinamica, moderna, affascinante, Toronto è una città poliedrica che coniuga architettura e natura. Ecco le cose imperdibili da vedere in 3 giorni a Toronto.

Giorno 1

-Path 

-CN Tower

-Kensington Market

Giorno 2

-Old Toronto e Distillery District

-St. James Cathedral

-Casa Loma

Giorno 3

-Toronto Botanical Garden

-Tour in auto nei dintorni di Toronto

Giorno 1: scoprire Toronto dal basso e dall’alto

Path 

Un modo originale per iniziare a visitare Toronto è dai suoi sotterranei. Path è un percorso di oltre 30 chilometri che si sviluppa in grand parte sottoterra, collegando numerosi edifici del centro. Lungo il tragitto si trovano centinaia di negozi, ristoranti, hotel, uffici e stazioni della metro: una vera e propria città sotto la città in cui curiosare o fare soste golose! Path è anche un ottimo metodo per raggiungere alcune delle attrazioni più famose di Toronto, come la CN Tower.

CN Tower

CN Tower Toronto

Dopo averne visitato il sottosuolo, è tempo di ammirare Toronto dall’alto. Il modo migliore per farlo è senza dubbio dal Glass Floor, il piano panoramico della CN Tower con il pavimento in vetro situato a 340 metri di altezza. Allo stesso livello si trova anche l’Outdoor Sky Terrace, la terrazza esterna che offre viste a volo d’uccello su tutta downtown. La CN Tower, divenuta uno dei simboli più famosi della città, è alta oltre 500 metri. Inaugurata nel 1976, per molto tempo ha mantenuto il primato di torre più alta del globo. Ancora oggi risulta essere la terza più alta struttura auto portante al mondo. Per chi vuole osare di più, la salita prosegue verso lo Sky Pod, una piattaforma di osservazione coperta a quota 446 metri.

Kensington Market

E’ tempo di inoltrarsi per i vicoli di Toronto scoprendo la zona commerciale più vivace. A Kensington Market si trovano, oltre a negozi e boutique di ogni genere, anche un coloratissimo mercato di cibi da tutto il mondo. Nel segno dell’internazionalità è anche la vicina Greek Town, il quartiere dove vive e lavora la più grande comunità greca di Toronto. Il posto ideale per mangiare degli ottimi gyros!

Giorno 2: Old Toronto

Il secondo giorno di visita è dedicato al cuore antico della città, Old Toronto, caratterizzato da edifici in mattoni rossi.

Distillery District

A Old Toronto si trova il Distillery District, dove nel 1800 aveva sede la Gooderham and Worts Limited, la distilleria più importante di tutto il Canada. Dopo la chiusura della fabbrica negli anni Novanta il quartiere conobbe un periodo di abbandono. Nel 2000 è stato però sottoposto a un’importante opera di riqualificazione urbana e oggi si presenta come un’area vivace e animata molto amata dai turisti, che ne frequentano i tanti caffè, ristoranti e gallerie d’arte.

St. James Cathedral

Edificata nel 1793, la St. James Cathedral è una splendida cattedrale gotica che si inserisce armoniosamente nello skyline cittadino con la sua torre campanaria di oltre 90 metri. Anche a livello acustico la cattedrale si fa notare grazie al suono inconfondibile delle sue 12 campane, chiamate le Bells of Old York, installate nel 1997 per festeggiarne il bicentenario.

Casa Loma

Casa Loma Toronto

Lasciato il centro storico di Toronto ci dirigiamo a nord. Abbarbicata su una collina di Midtown, Casa Loma è un originale castello in stile neo-gotico risalente al 1914. Fatta costruire dal facoltoso finanziere Sir Henry Pellatt come sua residenza privata, Casa Loma è oggi una casa museo di cui si possono visitare i sfarzosi interni e i lussureggianti giardini. 

Giorno 3: relax nel verde

Il terzo giorno a Toronto è dedicato al verde e alla natura, di cui la città canadese è ricca. 

Toronto Botanical Garden

Lontano dal traffico di downtown, il Toronto Botanical Garden è un’oasi di pace e tranquillità. Il parco occupa circa due ettari di superficie e ospita una vasta gamma di giardini tematici dove è piacevole trascorrere il tempo: giardini all’italiana, terrazzati, in stile rinascimentale,  orti degli aromi e aree didattiche per gli studenti. Molto affascinante è anche la Woodland Walk, un percorso lungo il quale viene riprodotto l’ecosistema tipico del Canada orientale, con numerose specie di piante autoctone. Un vero e proprio tuffo nella natura, a due passi dalla città.

Scoperta dei dintorni di Toronto

Se poi avete il tempo di allontanarvi ancora un po’, i dintorni di Toronto possono riservare moltissime sorprese. Noleggiare una macchina per fare un giro fuori dalla città è l’idea migliore che si possa avere in un vasto paese come il Canada. Ci sono anche delle agenzie italiane, tra cui Xplore Canada, specialista in tour in macchina, che vi danno tutto il necessario, incluso consigli utili. 

Ecco le attrazioni più visitate vicino a Toronto:

  • Le celebri cascate del Niagara. A circa 130 chilometri dalla città, sono raggiungibili con l’auto, Un’esperienza molto emozionante è la Hornblower Cruise, una crociera che vi porterà vicino al salto d’acqua più potente in Nord America! Dopo le cascate, se avete ancora voglia di verde potete dirigervi verso la… 
  • Cittadina di Milton e i suoi parchi.
  • Algonquin Park: per questo tipo di escursione basta un solo giorno, mentre se avete a disposizione una settimana potreste considerare una gita all’aria aperta di qualche giorno, viaggiando verso la Bruce Peninsula o l’Algonquin Park. Quest’ultimo è a poco meno di 3 ore di distanza da Toronto ed è il più antico parco provinciale dello stato. Il parco è perfetto per campeggiare e fare attività outdoor, tra cui andare in canoa, fare passeggiate sui numerosissimi sentieri e tanto altro.
  • Bruce Peninsula: A ovest dell’Algonquin, non lontano dal confine con lo stato americano del Michigan, troverete la meravigliosa Bruce Peninsula con il suo parco naturale di fronte al Lake Huron e alla Georgian Bay. I sentieri sono molti e alcuni di essi portano a luoghi indimenticabili, come il famoso The Grotto, una piccola cala dalle acque trasparenti in cui fare il bagno. Ma anche solamente passeggiando alla cieca sui sentieri, sarete fortunati e incontrerete punti panoramici meravigliosi. Da non perdere l’Overhanging Point, a cui si arriva tramite il Marr Lake Trail e Boulder Beach.
CATEGORY: Canada

Silvia Viaggiolibera

Related items

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, si acconsente a questo. Per informazioni su come disabilitare i cookie, leggere l' Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi