Castel Toblino, quando la realtà incontra la fiaba

Castel Toblino, nella Valle dei Laghi, è uno dei più bei castelli del Trentino. Un castello lacustre che pare emergere dalle acque ed è circondato da montagne maestose

Questo post potrebbe cominciare così: C’era una volta un castello incantato affacciato davanti ad uno splendido lago incastonato tra le montagne….

E potrei continuare aggiungendo alla storia una bella principessa imprigionata nella torre che viene salvata dal suo principe azzurro. Ma sarebbe troppo sdolcinato e io non sono proprio il tipo!
Castel Toblino però assomiglia davvero al castello di una fiaba, incastonato com’è tra lago e montagne. Situato nella Valle dei Laghi sopra Riva del Garda, in provincia di Trento, questa magnifica costruzione rappresenta un raro esempio italiano di castello lacustre, e uno dei più celebri castelli trentini. La struttura è arroccata su una piccola penisola che si affaccia sull’omonimo lago, Toblino appunto. La bella cinta merlata che corre tutt’ intorno al complesso e che ne delimita il parco da un bel tocco medievale e alleggerisce l’insieme, che di per sé è abbastanza imponente.

La storia di Castel Toblino

Il castello originale risale al 1100, quando era di proprietà dei vassalli del principe-vescovo di Trento. Successivamente fu acquistato da una famiglia nobile e solo nel Quattrocento ritornò ad essere un bene di proprietà vescovile. Il castello che oggi si può ammirare è frutto della riedificazione voluta da Bernardo Clesio nel XVI secolo, durante la quale la costruzione assunse le forme rinascimentali che ha tutt’ora.

Castel Toblino oggi

Oggi il castello è proprietà privata ed ospita un ristorante che non ho avuto la fortuna di provare ma che indubbiamente gode di una vista fiabesca! E in effetti dal cortile del castello il colpo d’occhio è davvero impressionante, con le verdi acque del lago che rispecchiano il castello e i profili a balze delle montagne che sfumano in lontananza, dando vita a un gioco di riflessi degno di un dipinto. Le montagne tutt’intorno con le loro pareti di roccia lucida sembrano tuffarsi in acqua formano una cornice d’eccezione e un paesaggio davvero unico. Peccato per la strada ad alto traffico che corre proprio alle spalle del castello e che rovina in parte l’atmosfera: un posto così meriterebbe di trovarsi in una valle isolata attraversata solo da stradine minori, il castello e tutto l’intorno ne guadagnerebbero enormemente!
Nonostante ciò, Castel Toblino merita sicuramente una visita, in primavera quando la natura rifiorisce, in estate per trovare refrigerio dalla calura o in autunno quando le foglie degli alberi si incendiano di mille sfumature di giallo rendendo ancora più spettacolare il paesaggio.
Come ogni castello che si rispetti, anche Toblino ha un bella e ricca tradizione di leggende, spesso cupe e tenebrose, che hanno trovato nelle sue possenti mura e nel suo immenso parco il luogo ideale dove nascere e tramandarsi. Si narra che il castello fosse un tempo dimora dell fate alle quali nel III secolo era dedicato un tempietto, come dimostra ancora oggi una lapide murata nel portico del castello.
Insomma, a Toblino non manca proprio nulla, un castello in piena regola, possente, maestoso e misterioso. Coccolatevi sedendovi nella magnifica terrazza del bar del ristorante sorseggiando un caffè all’ombra delle montagne, osservando i cigni che scivolano eleganti sull’acqua, con alle spalle le possenti mura del castello: sarà uno dei caffè più fiabeschi che abbiate mai preso!

CATEGORY: Italia
Comments (4)

il castello in mezzo al lago, le fate che luoghi affascinanti!tu pensa le mura di quel castello se potessero parlare quante storie avrebbero da raccontare!

proprio vero, quelle mura avrebbero tante storie da raccontare!

Veramente affascinante 🙂 ho fatto un giro nel tuo blog ed è molto interessante, complimenti!
Federico

lavaligiasottosopra.blogspot.it

ciao Federico, grazie! Mi fa molto piacere che ti piaccia il mio blog, quando vuoi tornare a leggermi sei il benvenuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*