Il tour delle Scuole Grandi costituisce uno dei percorsi di visita più spettacolari di Venezia. Veri e propri musei, le sale delle Scuole raccontano i fasti e le atmosfere della Città lagunare in un arco di tempo che va dal Medioevo al Settecento.

Le confraternite di Venezia

Nella Venezia medievale il termine "scuola" identificava delle confraternite laiche. A partire dal XIII secolo il sistema delle confraternite ebbe un grande sviluppo nell'Italia centro-settentrionale e si protrasse fino al 1500. A Venezia in particolare la creazione delle confraternite rivestì un ruolo importante nella vita sociale ed economica. [...]

Situato nell'ala napoleonica di Piazza San Marco, il Museo Correr custodisce le sale regali dove soggiornò l'imperatrice d'Austria Sissi.

Ci vuole almeno mezza giornata per vedere tutto il museo tante sono le collezioni che conserva.
Dagli ambienti sfarzosi dove soggiornò Sissi alle sale che conservano capolavori d'arte, il Museo Correr è una perla di Venezia incredibilmente poco frequentata. Mentre nel vicino Palazzo Ducale i turisti fanno la fila per entrare, qui si sale indisturbati lungo l'ampia scalinata che introduce agli ambienti napoleonici. Un viaggio nella Venezia regale! Pronti? Via!
[...]

 acque termali di Abano Terme

 

Le acque termali di Abano Terme sono rinomate in Italia e nel mondo per le importanti azioni benefiche e terapeutiche che esplicano sull'organismo. Si tratta di un'acqua salso-bromo-iodica ipertermale dall'importante azione antinfiammatoria e antisettica. Oltre a fare bene al corpo, le acque termali di Abano influiscono sulla sfera psico-fisica, distendendo la mente e aiutando a combattere lo stress.

Immaginate il piacere di scivolare dolcemente in una piscina di acqua calda e lasciarsi galleggiare leggeri come una piuma. Piano piano si sente la tensione sciogliersi, i nervi distendersi e tutta l'ansia del quotidiano si libera nell'aria assieme al vapore sulfureo.
Quello delle terme non è solo un passatempo piacevole ma anche un momento prezioso per la salute, per recuperare energia e ritemprare il corpo. Con l'arrivo del freddo, i bagni e le cure termali diventano un'arma importante per prevenire i mali di stagione e prepararsi al meglio all'inverno alle porte.
Abano Terme è da sempre il paradiso delle acque sulfuree, un luogo speciale dove rifugiarsi per un weekend o una vacanza, dimenticando gli impegni della vita quotidiana.
Quando si arriva ad Abano si sente subito l'aria satura di iodio e i polmoni si aprono, i pensieri rallentano e tutto il corpo si predispone a ricevere le cure tanto desiderate.

Un'acqua antica per un benessere che si rinnova

acque termali di Abano Terme
 
Le acque termali di Abano arrivano dal Bacino Idrico Euganeo; sgorgano a una temperatura di circa 80-87°°C dopo un lungo viaggio sotterraneo di decine di chilometri che parte dai Monti Lessini, nelle Prealpi. Durante questo percorso a circa 3000 metri di profondità le acque si arricchiscono di preziosi sali minerali, acquisendo un alto valore terapeutico.

Sinergia di acqua e fango

Hotel Terme Orvieto Abano Terme
L'immersione in una piscina di acqua termale è una sorta di porta d'accesso al mondo di benessere che sta dietro.
Un altro prezioso alleato di salute e bellezza è il fango termale: composto di argilla naturale, viene lasciato maturare in apposite vasche riempite di acqua termale a 80° per un periodo che varia dai 3 agli 8 mesi. L'elevata temperatura libera i metalli preziosi contenuti nell'acqua e a contatto con l'aria il fango modifica la sua struttura chimico-fisica, trasformandosi in un vero elisir di lunga vita.
L'applicazione del fango termale a una temperatura di 40-50° favorisce il rilassamento muscolare e migliora la circolazione sanguigna, con benefici immediati su corpo e mente. E' difficile spiegare a parole quale senso di leggerezza si provi dopo un trattamento ai fanghi termali, seguito da un bagno termale, ma vi posso assicurare che è una sensazione assolutamente da provare.
Ad Abano Terme si possono effettuare anche cure inalatorie per le patologie delle vie respiratorie: speciali strumenti frammentano le particelle di acqua termale e le nebulizzano rendendole respirabili. Un trattamento molto indicato per chi soffre di sinusite o problemi ai bronchi.
Tra gli hotel che offrono cure termali, l'Hotel Terme Orvieto è una scelta perfetta: un hotel 4 stelle ad Abano con un ampio centro benessere, piscine e SPA, perfetto per un soggiorno all'insegna del relax e delle coccole.
Da soli, in coppia, con amici o in famiglia, una vacanza ad Abano Terme è sempre un'occasione speciale per ritagliarsi un momento di attenzione e benessere.

I dintorni di Abano Terme

Se tra un bagno termale e di fango vi resta un po' di tempo, un'ottima idea è quella di impiegarlo per visitare la vicina Padova e uno dei suoi gioielli più prezioso: la Cappella degli Scrovegni.
L’opera di Giotto è un capolavoro assoluto di pittura del Trecento. La perfezione delle figure, la grazia dei volti, i colori saturi concorrono a creare un ambiente di somma bellezza.
Dopo aver nutrito il vostro corpo e la vostra mente con il benessere delle acque termali di Abano, potrete così nutrire lo spirito con uno dei capolavori d'arte più importanti di tutto il mondo occidentale.
 


Spiaggia di Jesolo

Jesolo, 16 chilometri di spiaggia dorata cinta dal mare Adriatico e dalla laguna veneziana. La più famosa località balneare del Veneto, sin dagli anni '70 simbolo di mare e divertimento, a settembre non va in vacanza ma anzi riserva atmosfere più rilassanti, un invito a viverne anche gli interessanti eventi mondani e culturali di cui è teatro.


Jesolo oltre il mare


Spiaggia di Jesolo

A Jesolo tutto sembra girare intorno al mare. I bar, i ristoranti, i tanti locali alla moda fanno da completamento ad una spiaggia che è la quintessenza dell'allegria, del colore, delle lunghe giornate all'ombra di un ombrellone o dentro l'acqua. Come veneta, i miei ricordi delle estati da bambina hanno i contorni di Jesolo, di infiniti giorni trascorri a correre su e giù per la sua spiaggia armata di secchiello e paletta in compagnia dei vicini di ombrellone, non solo italiani ma anche tedeschi, olandesi e francesi, perché Jesolo da sempre è meta ambita anche dagli stranieri che la associano al sole del Bel Paese.
Crescendo ho imparato a cogliere altre sfumature di Jesolo, quelle che vanno oltre il mare e che puntano agli orizzonti lagunari alle sue spalle, ad un intreccio di canali che contornano pianure silenziose e all'incantevole Venezia, che da qui dista solo una breve corsa in vaporetto. Del resto proprio a Venezia, Jesolo è legata storicamente in quanto un tempo città lagunare conosciuta con il nome di Equilio, una delle fondatrici della lega lagunare che avrebbe poi portato alla fondazione della Serenissima. 
A settembre, con la fine dell'estate, Jesolo non spegne i riflettori del suo mondo ma li amplifica, mostrando a chiunque la visiti che sa essere non solo meta balneare ma anche paesaggistica, gastronomica, culturale e mondana.

Gli eventi di Jesolo di settembre


Biennale di Venezia
Un'opera di arte moderna alla Biennale di Venezia
Tra gli eventi più glamour di settembre a Jesolo c'è senza dubbio la Finale di Miss Italia che, dopo l'esordio dell'anno scorso, anche per il 2016 si svolgerà qui. Una scelta legata alla fama della nota località turistica e al suo fascino scintillante, oltre all'incredibile offerta di shopping che propone (ben 12 chilometri di isola pedonale, la più lunga d'Europa!).
Dal 31 agosto al 10 settembre c'è poi un altro appuntamento glamour, la Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Basta prendere il traghetto da Jesolo e fare scalo al Lido di Venezia per ritrovarsi nel cuore dell'evento di arte e spettacolo più mondano dell'anno! 
La Mostra del Cinema fa parte del vasto programma della Biennale di Venezia 2016, la rassegna di arte internazionale che organizza, oltre a mostre d'arte in diverse location veneziane di grande suggestione, anche esposizioni multidisciplinari di musica, teatro e danza. Un ricco calendario che si protrae fino a novembre, con altri imperdibili appuntamenti culturali.

Dove alloggiare a Jesolo

Hotel Orizzonte jesolo
L'Hotel Orizzonte si trova proprio di fronte alla lunga spiaggia, una posizione privilegiata che lo rende la base ideale per godere delle tante offerte vacanza di Jesolo. 
Le camere ampie e luminose si dividono tra Standard e Comfort per rispondere alle diverse esigenze della clientela, garantendo comunque sempre la massima comodità.
Tutte le stanze dispongono di climatizzatore, cassaforte, TV satellitare e balcone privato.
L'hotel ha inoltre un bellissimo e nuovo solarium all'ultimo piano, dotato di lettini e vasca idromassaggio, per momenti di puro relax, completato dal ristorante che serve piatti della cucina regionale ed internazionale.
Il bar sulla terrazza del ristorante è l'ideale per un aperitivo serale con vista mare, il preludio perfetto ad una serata mondana tra gli eventi in programma a Jesolo o per una passeggiata romantica sul lungomare al chiaro di luna. 

Per info e prenotazioni: 

Hotel Orizzonte
Viale Venezia, 5
30016 Lido di Jesolo (Venezia)

Tel. +39 0421 380004
Fax +39 0421 380329
Email: hotelorizzonte@email.it
www.horizzonte.com

Una camera dell'Hotel Orizzonte a Jesolo



Bibione

Bibione, affacciata sul mare Adriatico, è una delle destinazioni balneari più apprezzate e amate delle coste venete. Tanto successo non si deve solo alla grande spiaggia di sabbia dorata ma anche alla posizione invidiabile tra Venezia e Trieste, al centro di un territorio ricco di storia e bellezze paesaggistiche che, partendo dal mare, conducono il visitatore lungo affascinanti itinerari nel verde.


Un paesaggio disegnato dall'acqua

laguna veneziana

Nella punta più ad ovest di Bibione, dove il mare incontra la laguna veneziana, la natura diventa la protagonista incontrastata. E’ qui che si trova Bibione Pineda, una delle più belle spiagge del Nord Italia, una striscia di sabbia morbida cinta alle spalle da una foresta di pini, da cui deriva il nome. 
E’ in questa oasi verde, dove l’inebriante profumo della macchia mediterranea accarezza i sensi, che Bibione inizia a mostrare l’altra sua anima: non solo località balneare alla moda ma anche paradiso naturale custode di una ricca flora e fauna e di scorci paesaggistici unici.


Una green destination



Bibione vanta non solo un mare con 25 bandiere blu ma si può fregiare anche di una gestione ambientale attenta alla tutela delle diverse aree naturalistiche che compongono il territorio. La laguna, il sistema di canali verso Venezia e Trieste, la foce del Tagliamento sono zone che, assieme alle lunghe spiagge, concorrono a creare un ambiente paesaggistico speciale, in cui l’acqua è non solo protagonista ma anche artefice di tanta bellezza.
Per chi cerca alternative alla spiaggia, Bibione offre una vasta rete di sentieri da percorrere a piedi, in bici o a cavallo, che conducono negli angoli più pittoreschi. 


Il Giardino Mediterraneo

Il Giardino Mediterraneo Bibione

Il Giardino Mediterraneo è una vasta area a est di Bibione mantenuta allo stato naturale, senza l’intervento umano, per salvaguardare la flora e la fauna che vi abitano. L’area può essere visitata seguendo dei percorsi stabiliti, assicurando così la sicurezza della biodiversità che la popola. Un progetto quello del Giardino Mediterraneo che dimostra non solo la preziosa varietà naturale di Bibione ma anche la sensibilità e l’impegno della città nella tutela ambientale. 
Il territorio incontaminato del Giardino regala un’occasione unica per vedere con i propri occhi come sarebbe stata la costa del nord-est senza l’intervento dell’uomo: lecci, pini, orchidee e fiordalisi fanno da sfondo ad un mondo popolato di usignoli, capinere, tortore e uccelli migratori; un’oasi felice dove l’equilibrio naturale, lasciato intatto, regala atmosfere magiche ed emozioni indimenticabili, rendendo la vacanza a Bibione davvero speciale.

Hotel President, una vacanza di pace e relax 


Hotel President Bibione

L’Hotel President si trova a due passi dalla spiaggia di Bibione, cuore pulsante della cittadina e palcoscenico a cielo aperto dove va in scena l’estate italiana fatta di sole, mare, passeggiate sul bagnasciuga e lunghe ore trascorse in allegria assaporando il dolce scorrere del tempo. Del resto la posizione centralissima dell’hotel, a pochi passi da tutti i servizi, permette di raggiungere tutto in pochissimo tempo, dimenticandosi dell’auto e godendosi il piacere di spostarsi a piedi o in bicicletta.


La struttura


Hotel President Bibione
Rinnovate di recente, le camere dell’Hotel President sono spazi accoglienti e luminosi, equipaggiati per garantire il massimo comfort. Ogni stanza dispone di un terrazzino privato per garantire privacy ed è dotata di aria condizionata, tv flat con canali satellitari, wi-fi gratuito e cassaforte.

L’Hotel dispone anche di un ristorante che serve piatti in cui tradizione e creatività si incontrano e celebrano le eccellenze del territorio, offrendo agli ospiti un‘esperienza culinaria di grande valore.


HOTEL PRESIDENT BIBIONE ***

Corso Europa 88, 30020 Bibione (VE)

Tel +39 0431 43397

+39 0431 437101

Fax +39 0431 439405

info@hotelpresidentbibione.it

Locanda al Piave


San Donà di Piave, adagiata lungo il fiume omonimo, è una piacevole cittadina veneta a poca distanza da Venezia e dalle famose località balneari di Jesolo, Eraclea e Caorle. Il centro storico conserva numerosi pregevoli esempi di palazzi signorili di inizio Novecento tra cui l’edificio storico che ospita la Locanda al Piave. Gestita da generazioni dalla stessa famiglia, la Locanda è la soluzione ideale per chi desidera una vacanza di relax a due passi dal mare ma lontano dalla confusione e vicino a gioielli d’arte come Venezia e le Ville del Brenta,


Gusto veneziano

Locanda al Piave
La facciata della Locanda al Piave
Basta un primo sguardo dall'esterno per leggere nelle bianche arcate che ne incorniciano la facciata l’eleganza che distingue ogni dettaglio della Locanda al Piave.
Il palazzo novecentesco in cui è inserita, tra i più antichi di San Donà, è stato riportato allo splendore originale da un attento restauro che ne ha restituito tutta la grazia e l’eleganza. Gli arredi della hall in stile veneziano creano un ambiente raffinato e al contempo gradevole, mentre le stanze, in stile caldo e moderno, presentano ognuna un carattere proprio dato dalla scelta di colori dominanti e raffinate decorazioni uniche e personalizzate. Pavimenti in parquet, tessuti lucenti, morbidi cuscini e spazi funzionali rendono il soggiorno perfetto sia per una clientela business che per i turisti, che troveranno qui un ambiente rilassante dopo intense giornate di lavoro o di visita alle bellezze dei dintorni. Tutte le stanze dispongono di aria condizionata, riscaldamento autonomo, TV LCD satellitare, frigobar, cassaforte digitale, asciugacapelli, telefono e connessione internet sia via cavo che Wi-fi.

Il ristorante

Il ristorante della Locanda al Piave vanta una storia di oltre 100 anni, fatta di passione e dedizione. Un ambiente intimo, un’eleganza semplice che crea un’atmosfera accogliente e rilassante, in cui assaggiare i piatti della tradizione veneta, preparati con ingredienti stagionali di alta qualità.

La località


I dintorni di San Donà di Piave offrono svariate possibilità di itinerari tematici, da tour storico-culturali a percorsi naturalistici fino al relax in spiaggia, tutto ad una manciata di chilometri di distanza.

Itinerari d’arte


Nel cuore di Venezia
La stessa San Donà è una località piacevole da visitare. Rasa al suolo durante le due guerre, ha saputo poi rinascere a nuova vita ed è oggi una città fiorita, con tanti parchi e spazi verdi tra cui spicca il Parco Fluviale, un’oasi naturalistica amata dagli abitanti che vi vengono a passeggiare, fare jogging e a cimentarsi nella pesca e nel canottaggio.

Ad appena mezz'ora di distanza si trova Venezia, comodamente raggiungibile con i trasporti pubblici. La città lagunare non ha certo bisogno di presentazioni e rappresenta la meta per eccellenza di qualsiasi viaggio in Veneto.

Gli amanti delle architetture rinascimentali troveranno nelle Ville della Riviera del Brenta un ambiente straordinario, un susseguirsi di dimore patrizie veneziane costruite tra il XVI e XVIII secolo. Le Ville affacciano sul placido scorrere del Brenta e proprio il fiume rappresenta il punto di vista privilegiato per scoprirle, salendo al bordo del burchiello, la tipica imbarcazione veneziana utilizzata un tempo dai nobili per raggiungere le dimore estive dal centro di Venezia.

Ad una manciata di chilometri da San Donà verso l’entroterra veneto si incontra Treviso, pittoresca e signorile, che sfoggia tesori artistici come il Palazzo dei Trecento e la Loggia dei Cavalieri. Percorrendo le verdi campagne si arriva a Padova, antica e prestigiosa sede universitaria dove si possono ammirare, tra i tanti tesori, gli affreschi trecenteschi di Giotto nella mirabile Cappella degli Scrovegni. Questo giro tra le meraviglie venete può concludersi a Vicenza, Città del Palladio e perla del Rinascimento, con una visita alla Basilica Palladiana e al Teatro Olimpico.


Itinerari natura


Laguna veneziana

Dopo un’immersione nella Bellezza declinata in capolavori d’arte è tempo di conoscere le attrazioni naturalistiche del Veneto. Per chi ama le lunghe spiagge, Jesolo e Caorle sono mete perfette, animate località che offrono svago e divertimento e infinite possibilità di dilettarsi in sport d’acqua. Se alla confusione del mare si preferiscono paesaggi naturali più solitari, la laguna veneziana alle spalle di Jesolo offre chilometri di percorsi tra campagne e villaggi rurali che paiono non essere stati sfiorati dal lustro delle vicine località balneari. E’ qui che si può conoscere il cuore antico e popolare di queste terre, un cuore da esplorare a passo lento, a piedi o in bicicletta, per riempirsi gli occhi di riflessi e mille sfumature di verde e blu.


Shopping d’autore


Outlet Noventa di Piave

San Donà è la destinazione perfetta anche per gli amanti dello shopping. L’outlet della vicina Noventa di Piave è la mecca per chi ama abiti griffati e alla moda, con marchi dei maggiori stilisti italiani ed internazionali a prezzi super convenienti. La conclusione perfetta per una vacanza fatta di relax, cultura, sapori e natura.


Per info e prenotazioni:   http://www.locandaalpiave.it/


Locanda al Piave
Corso Silvio Trentin, 6 , 30027 San Donà di Piave - Venezia ( Italy )
Tel: +39 042152103 - Fax. +39 0421332525
P. IVA 01836610277
email: info@locandaalpiave.it

Locanda al Piave


Portogruaro

Portogruaro, con i suoi canali, i ponti e i cortili nascosti ricorda un po’ Venezia, che dista appena cinquanta chilometri. 

Un tempo trafficato porto sul fiume Lemene, la fortuna di Portogruaro gravitava attorno alla Repubblica Serenissima di cui era città satellite e con cui intrecciava fiorenti traffici commerciali.
Oggi i canali si sono svuotati dalle imbarcazioni mercantili e a solcarne le placide acque sono piccole imbarcazioni moderne o nostalgiche gondole colorate che concorrono a creare un piacevole quadro urbano.

Cosa vedere e dove alloggiare a Portogruaro


Entrati in città attraverso una delle tre porte delle antiche mura, la somiglianza con Venezia appare subito evidente nei tanti eleganti edifici con bifore e trifore che ricordano i palazzi della Serenissima. Ma lo stile architettonico della città ha saputo anche rinnovarsi e andare oltre quello più tipicamente veneziano, e i lungi portici che cingono le vie del centro, di epoca più recente, ne sono testimonianza.
Merlature ghibelline sono invece quelle che incorniciano il Municipio, che si innalza fiero sulla piazza principale, teatro cittadino che ospita altri emblemi come il medievale Duomo di Sant’Andrea e la Torre Campanaria. Quest’ultima è di gran lunga l’edificio più scrutato e chiacchierato della città per la sua incredibile pendenza, visibile ad occhio nudo.

Gli antichi mulini


Portogruaro
I mulini di Sant'Andrea
L’orizzonte di Portogruaro non è cinto solamente da sontuosi palazzi veneziani e torri pendenti. La cittadina vanta un’attrazione particolare. I Mulini di Sant’Andrea sono senza dubbio uno degli scorci più romantici e bucolici della città, con le loro candide facciate che si specchiano nelle quiete acque del Lemene. Oggi completamente ristrutturati, sono stati convertiti in spazi culturali dove vengono allestite mostre ed esposizioni. 
La compresenza di diversi registri stilistici, dall'eleganza di palazzi nobiliari alla semplicità dei mulini, è uno degli elementi principali che concorre alla bellezza di Portogruaro, che nel suo raccolto centro riassume epoche architettoniche diverse creando una narrazione storica e artistica a più voci.
Un’ottima soluzione per l’alloggio è l’Hotel Spessotto, che si trova proprio accanto ai mulini e a pochi passi dal centro storico. L’hotel mette a disposizione degli ospiti delle biciclette per esplorare la città e i dintorni, magari percorrendo uno dei sentieri storico-naturalistici che si dipanano lungo gli argini del fiume. Il ristorante dell’hotel è inoltre rinomato per l’ottima cucina, risultato del sapiente incontro tra ricette della tradizione locale e innovazione culinaria.

Eventi e manifestazioni a Portogruaro 

Tra le tante manifestazioni culturali ed enogastronomiche che periodicamente animano il centro di Portogruaro, la più famosa è senza dubbio “Terre dei Dogi in Festa”, una rassegna gastronomica della Venezia orientale che ha luogo in primavera, tra aprile e maggio. Lo scopo della manifestazione è mettere in risalto il patrimonio vinicolo della Strada dei Vini di Lison Pramaggiore, compresa nelle valli tra i fiumi Tagliamento e Livenza. Oltre alle cantine aperte che propongono degustazioni dei loro vini, centinaia di espositori presentano la cucina tipica del territorio. Una ghiotta occasione per visitare la città!
Anche la stagione invernale può rappresentare un ottimo momento per venire a Portogruaro, magari in occasione della Fiera di Sant’Andrea, durante la quale ristoranti e taverne del centro servono l’oca, un tempo merce di scambio tra contadini e Doge. Di nuovo un retaggio del passato di satellite della Serenissima che rimane parte delle tradizioni e della vita cittadina, a dimostrazione di come l’antico legame con Venezia e l’animo popolare della città rimangano elementi fondanti del carattere di Portogruaro.

La storia in riva al fiume

Concordia Sagittaria
Concordia Sagittaria  - copyright turismovenezia.it

L’acqua è un altro elemento chiave di Portogruaro, la cui fortuna è legata a quella del fiume Lemene che l’attraversa. Proprio lungo il fiume si dipanano itinerari storici di grande interesse, che possono essere percorsi in bicicletta, seguendo gli argini, o in barca con uno dei tanti tour organizzati. Una delle tappe immancabili è Concordia Sagittaria. Fondata del 42 a.C. con il nome di Iulia Concordia, questa piccola cittadina conserva interessanti monumenti come la Cattedrale romanica del X secolo, museo essa stessa dal momento che al suo interno si trovano sarcofagi di epoca romana. La vera attrazione, però, è rappresentata dagli scavi della Basilica Apostolorum del IV sec, aperti di recente al pubblico, testimonianza storica di grandissimo pregio che aggiunge valore al già prezioso patrimonio artistico del territorio.

L'Abbazia di Santa Maria delle Carceri

L'Abbazia di Santa Maria delle Carceri, nella campagna a sud di Padova vicino ad Este, è una delle più antiche della regione, un punto di riferimento per la storia e la cultura del territorio padovano e veneto.


La storia dell'Abbazia delle Carceri


L'Abbazia di Santa Maria delle Carceri
Il chiostro romanico del 1200
L'Abbazia fu fondata prima dell'anno Mille da un gruppo di monaci agostiniani che si stabilì in queste campagne vicino ad Este, un tempo inospitali e soggette a continue inondazioni dell'Adige. Nel 1107 Enrico il Nero, Duca di Baviera, donò ai monaci alcuni terreni detti "Le Carcere". Gli agostiniani durante i quattro secoli in cui abitarono l'abbazia (fino al 1407) si occuparono di bonificare i campi, erigere argini e costruire strade, rendendo queste terre fertili ed abitabili. Con la donazione di Enrico il Nero costruirono anche una chiesa, consacrata nel 1189, di cui ancora oggi si ammira il battistero dell'epoca. Delle stesso periodo è il meraviglioso chiostro medievale, di cui oggi rimane solo un lato. L'abbazia divenne presto anche ospizio per i pellegrini che dal nord Europa viaggiavano verso Roma.
Nel 1407 agli Agostiniani, decimati dalle carestie, cedettero la proprietà ai monaci Camaldolesi e con essi l'Abbazia visse il suo periodo di massimo splendore, divendo una delle abbazie più ricche del Veneto. I Camaldolesi continuarono l'opera di bonifica delle terre e l'abbazia fu dotata di quattro chiostri, una biblioteca e una Foresteria per i pellegrini. Fu inoltre fondata un'Accademia degli Studi che, in collaborazione con l'Università di Padova, fungeva da scuola di formazione dei giovani alla vita monastica.
I monaci lavoravano anche la ceramica e gestivano una farmacia, considerata la più antica del Veneto, testimonianza delle loro approfondite conoscenze di botanica ed erbe officinali
Nel 1690 Papa Alessandro VIII soppresse l'abbazia e i suoi territori vennero messi all'asta per finanziare la guerra contro i Turchi.
Successivamente l'interno complesso, ricco di opere d'arte, libri miniati, ceramiche e campi coltivati, fu acquistato dalla famiglia dei Carninati, commercianti bergamaschi residenti a Venezia, che lo trasformarono in una fattoria agricola. Le strutture vennero adattate alla nuova destinazione d'uso, gli edifici trasformati in ricovero per animali e attrezzi agricoli. La casa dell'abate venne trasformata in villa estiva della famiglia. I Carminati rimasero propietari dell'abbazia fino al 1951 quando vendettero parte della proprietà e cedettero il rimanente alla Parrocchia delle Carceri.


La visita dell'Abbazia


Oggi gran parte dei tesori appartenuti all'Abbazia sono andati perduti ma il complesso è ugualmente ricco di atmosfera. Durante la visita si possono ammirare la chiesa, con Coro e Presbiterio originali risalenti al 1420 e il Battistero con quattro affreschi del periodo camaldolese.
Alle spalle della chiesa si trova il meraviglioso chiostro romanico del 1200, opera dei monaci Agostiniani, di cui rimane solo un lato: il chiostro affaccia su un grazioso cortile con al centro una fontana. Alle spalle del cortile, separato da un muro di mattoni, vi è Il Giardino dei Profumi, un angolo di pace che sa di menta, timo, lavanda e tante altre erbe aromatiche.
A pochi passi da quest'ala medievale si può ammirare il chiostro camaldolese del 1500, l'unico rimasto dei quattro realizzati in quell'epoca; è qui che vivevano, studiavano e lavoravano i monaci.
Al primo piano si ammira la Sala degli Affreschi e Sala della Biblioteca, centro storico culturale dei monaci Camaldolesi, con dei bei affreschi alle pareti.
La visita all'abbazia è gratuita, l'associazione che si occupa dell'accoglienza offre visite guidate il sabato pomeriggio e la domenica e chiedono solo un'offerta libera in cambio.


Il museo della civiltà contadina


 Il museo della civiltà contadina
Il museo della civiltà contadina dell'Abbazia
Al primo piano è stato allestito il museo della civiltà contadina, aperto dal 2002, che espone oltre un migliaio di attrezzi, utensili ed oggetti provenienti in buona parte dalle famiglie delle parrocchia. L'esposizione segue un ordine preciso, dividendo gli oggetti tra lavorazione della terra, la semina, la raccolta; vengono poi ricostruiti gli ambienti della casa, della stalla, un'aula di scuola degli anni '50, le botteghe del falegname e del farro: un viaggio a ritroso nel tempo, nostalgico per chi ha vissuto quegli anni, magico ed istruttivo per chi li ha solamente studiati sui libri di scuola.



Mesole Cavallino Treporti

Jesolo è molto più che spiagge e mare. E’ un mondo di luce e riflessi che amplificano all’infinito la bellezza della Laguna di Venezia, come un’eco leggera che rimbalza lungo paesaggi immobili sfumando nel blu dell’orizzonte.

Hotel Europa a Jesolo, tra il mare e la laguna

Hotel Europa Jesolo

A Jesolo non si viene solo per il sole e il divertimento ma anche per lasciarsi ammaliare dall’incanto di un mondo antico e silenzioso che scorre lento alle sue spalle. L’Hotel Europa, che sorge nel pieno centro della rinomata località balneare del Veneto, è il luogo ideale per una vacanza di mare ma anche di natura e attività all’aria aperta, il perfetto compromesso tra lunghe spiagge, sinonimo di dolce far niente, ed un entroterra ricco di tesori artistici e naturali.
Bastano pochi minuti per lasciarsi alle spalle i colorati litorali jesolani e ritrovarsi in una dimensione completamente diversa, dove percorrere chilometri di strade deserte che si inoltrano nella laguna, alla scoperta della ricca flora e fauna.

La struttura

Hotel Europa Jesolo
Affacciato direttamente sul litorale di Jesolo, l’Hotel Europa, 4 stelle, si distingue per gli ambienti luminosi ed eleganti che garantiscono il massimo comfort. Oltre alla spiaggia privata riservata esclusivamente agli ospiti, l’hotel offre piscina e vasca idromassaggio.
Le camere, ampie e spaziose, sono ingentilite dagli eleganti toni del beige e grigio. Tutte le stanze offrono balcone privato con vista mare e i principali servizi come frigo bar, televisore al plasma, aria condizionata e Wi-Fi gratuito.
Sono disponibili anche stanze con 3 o 4 letti e comunicanti, ideali per famiglie con bambini.

La località

Laguna di Venezia
La laguna veneziana
Dopo una rigenerante passeggiata di prima mattina sulla spiaggia per respirare la brezza marina, lasciatevi alle spalle il via vai cittadino per immergervi in un mondo di luce e riflessi d’argento. Bastano pochi minuti d’auto dal centro di Jesolo per raggiungere pittoresche località della laguna veneziana, luoghi che sembrano essere rimasti immuni al divenire del tempo, cristallizzati in un eterno istante di quiete. 
Arrivati a Cavallino Treporti lasciate la macchina e noleggiate una bicicletta per addentrarvi tra gli estremi lembi di terra lagunare fino a Mesole, uno dei villaggi rurali più antichi della laguna di Venezia. Una manciata di case ed un antico monastero femminile incorniciano un orizzonte che si spinge nel cuore della laguna, abbracciando in lontananza le isole di Murano e Burano, quasi un miraggio, icone di una Venezia antica sospesa nel tempo. Inoltratevi tra le fattorie disposte lungo i canali e incorniciate da campi coltivati, osservate lo scorrere lento del vita di campagna e respirate il silenzio così totale da diventare palpabile. Questo è il regno della luce e del vento e di colori che danzano leggiadri sull'acqua esibendosi in infinite sinfonie di verde e blu.
Per immergervi ancora di più nei paesaggi lacustri partite per un giro in barca della Laguna, sfiorando la miriade di isole fino a raggiungere Venezia, regina di questo mondo sospeso tra acqua e cielo.
Le possibilità di escursioni da Jesolo non finiscono qui. A breve distanza si trovano città d’arte come Padova, con la sua antica Università, e poco più in là Vicenza, simbolo della Bellezza rinascimentale con i magistrali capolavori del Palladio. E ancora l’elegante Riviera del Brenta incorniciata da ville e dimore nobiliari, da gustare a ritmo lento a bordo di una delle imbarcazioni che solcano le acque del fiume. Di nuovo acqua e riflessi che rispecchiano e amplificano i tesori di una terra che non si limitano a mare e spiagge ma si declinano anche in capolavori d’arte e della natura. 

Per info e prenotazioni: http://www.hoteleuropajesolo.it

Hotel Europa****
Via Bafile, 361
30016 Jesolo Venezia
Tel. 0421 371631 | Fax 0421 370910 | info@hoteleuropajesolo.it

La spiaggia di Jesolo
La spiaggia di Jesolo

Hotel Europa Jesolo
Camera matrimoniale

Hotel Europa Jesolo
La piscina dell'hotel