Budapest guida al viaggio - Viaggiolibera

Budapest è una città dall’estetica suggestiva e ricca di charme. Una semplice passeggiata per le sue vie si trasforma in un’esperienza ricca di emozioni, dove è facile perdersi nell’incanto offerto dai suoi impareggiabili scorci panoramici. 

In particolare, la città custodisce diversi punti strategici da cui è possibile godere al massimo del suo immenso potenziale estetico. Probabilmente non li troverete elencati fra gli highlights di Expedia o di un qualsiasi altro portale di viaggio, ma alcuni di essi non possono mancare nel vostro itinerario, soprattutto se è la prima volta visitate la capitale ungherese.

La Collina di Gellért

Fra i più belli, spicca la Collina di Gellért, dove si trova una stradina pedonale costellata da diverse terrazze panoramiche che si affacciano sul Danubio. Da qui, è possibile ammirare le differenze strutturali tra l’area collinosa di Buda e la parte pianeggiante corrispondente all’antica cittadina di Pest, divise armoniosamente dal corso del fiume. Una volta giunti in cima alla collina, potete approfittarne per ammirare alcune attrazioni certamente degne di una visita, come il colonnato e la statua di San Gellèrt, la fortezza ottocentesca della Cittadella, la Statua della Libertà di Szabadság Szobor e la rete di caverne della Chiesa di Sziklatemplom. Proprio sulla collina di Gellért sorge inoltre l’omonimo albergo, uno dei più famosi hotel a Budapest, noto per i suoi rinomati bagni termali.

Panarama su Pest

Molto suggestivo è anche lo scenario che si apre dall’Halászbástya, il celeberrimo “Bastione del Pescatore” ubicato sulla riva di Buda del Danubio, sullo stesso colle del Castello. Il complesso, che offre la possibilità di ammirare un panorama spettacolare sull’isola di Margherita e l’area di Pest, presenta eleganti architetture in stile neogotico e neoromanico, suddivise su due livelli con accessi separati: quello più alto richiede il pagamento di un piccolo contributo, mentre il più basso è gratuito (risultando in ogni caso di grande impatto). 

Budapest dall’alto

Da non perdere è poi la vista che si può godere dall’Osservatorio della Basilica di Santo Stefano, la cappella in stile neo rinascimentale situata nella zona dell’antica Pest. Una volta raggiunta la basilica, bisogna salire 364 scalini per giungere in cima: non fatevi intimorire, perché la fatica verrà ripagata dallo spettacolo che vi si porgerà dinanzi una volta giunti in cima. In alternativa, è possibile prendere l’ascensore che vi condurrà in cima in pochissimo tempo, togliendovi però la possibilità di apprezzare la graduale escalation panoramica apprezzabile solo con la scalinata. Anche in questo caso, è necessario versare una piccola quota d’ingresso per accedere all’osservatorio, che, ricordiamo, apre le porte al pubblico solo nel periodo compreso tra il 1 aprile e il 31 ottobre.

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre, forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, si acconsente a questo. Per informazioni su come disabilitare i cookie, leggere l' Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi