Stoccolma

Stoccolma sorprende con la sua energia e vitalità, uno spirito giovane che si respira per le vie del centro storico e nei nuovi quartieri, templi di design e innovazione. In poche capitali europee troverete il perfetto mix di antico e moderno che offre Stoccolma, con edifici pastello allineati nella Città Vecchia a cui fanno da contorno nuove aree di design. Se vi apprestate a visitare Stoccolma per la prima volta, ecco una guida pratica a cosa fare e vedere assolutamente.

Una passeggiata a Gamla Stan

Per chi non è mai stato a Stoccolma, questo è il post da dove iniziare! Sebbene turistico, questo pittoresco antico quartiere della Città Vecchia merita ben una visita per l’allegria che trasmettono le facciate pastello degli edifici che bordano le strade e le deliziose porticine che spuntano ad ogni angolo (per gli amanti del genere, è un vero paradiso!). Il quartiere trabocca di graziosi caffè dove assaggiare la proverbiale arte svedese per torte e pasticceria!
A Gamla Stan si trovano anche la Cattedrale di Stoccolma e il Palazzo Reale.

Il Palazzo Reale di Stoccolma

Un tempo residenza ufficiale del Re di Svezia, oggi il palazzo non è più abitato dalla Famiglia Reale ma merita ugualmente una visita. Il palazzo è aperto dalle 10 del mattino alle 5 del pomeriggio. La visita è un vero excursus nella storia di Svezia: bellissimi gli appartamenti reali e la Hall of State (la cui visita guidata può essere prenotata a parte in aggiunta alla visita degli appartamenti) con il trono d’argento del 1650.
Sempre prenotando in anticipo è anche possibile visitare la settecentesca Biblioteca Bernadotte, altrimenti aperta al pubblico solo in occasione di eventi speciali: all’interno sono conservati oltre 100.000 volumi appartenuti ai reali della dinastia Bernadotte.

Il Municipio

Uno degli edifici più iconici di Stoccolma, l’edificio dalla facciata austera sorprende all’interno con un tripudio di ori scintillanti: la Golden Hall, la Sala Dorata, è rivestita di oltre 18 milioni di tessere d’oro!

Leggi anche: Stoccolma, tre itinerari per scoprire la città

Un rotolo alla cannella per cominciare la giornata

Prima di iniziare ad esplorare Stoccolma, entrate in una pasticceria e chiedete un “cinnamon roll“, un must-try a Stoccolma. Dopo averlo provato non potrete più farne a meno!

Il Vasa Museum

La vostra visita di Stoccolma dovrebbe includere la visita di questo splendido museo marittimo dove è conservata la ricostruzione di una nave (Vasa) che sarebbe stata il vanto della flotta imperiale svedese se non fosse affondata al suo primo viaggio nel 1628. Grazie ad un’enorme operazione di recupero del relitto, è oggi possibile ammirarla in tutto il suo splendore, apprendendo così molto sulla storia navale del paese.


Il Djurgården

lo Skansen Open Museum
Lo Skansen Open Museum

Questo splendido parco cittadino è il posto ideale per rifugiarsi d’estate e godere della frescura di alberi e prati ombreggiati. Oltre ad offrire bei caffè e ristoranti, il giardino ospita anche due importanti musei: lo Skansen Open Museum, il primo museo all’aperto del mondo con la riproduzione di antichi edifici tradizionali, e il più recente ABBA Museum, per gli appassionati del genere.
Lo Skansen Museum è particolarmente adatto a famiglie con bambini perché ci sono ricostruzioni di antichi villaggi svedesi con botteghe artigianali, negozi, fattorie e animali, un vero tuffo nel passato!

Leggi anche: Stoccolma per famiglie ed eco-friendly

Un giro in barca al calar della sera

Stoccolma
Come molte città sull’acqua, anche Stoccolma appare speciale se vista da una barca. Il momento migliore per una crociera tra i canali è al tramonto, quando la città assume un colore rossastro. Attenzione all’estate, quando la notte è lunga e non cala mai il buio, potreste dover aspettare parecchio per il tramonto!

Il SOFO Design District

Dopo tanta storia, è tempo di conoscere la Stoccolma creativa e di tendenza e il quartiere SOFO è il posto giusto per farlo! Ispirato ai quartieri trendy di New York, Sofo è una miniera d’oro per chi cerca boutique alla moda e negozi vintage, ed esprime tutta l’innovazione e lo spirito giovane della città!

Soedermalm

Stoccolma

Se amate la street art, non mancate di fare una passeggiata per Soedermalm, l’isola più meridionale di Stoccolma. Ci si può arrivare a piedi direttamente da Gamla Stan, attraversando un doppio ponte che conduce alla Södermalmstorg. Le strade principali dell’isola, bordate di graziosi edifici, sono animate sia di giorno che di sera grazie ai tanti locali e ristoranti, e sono ravvivate da numerose opere di street art che ne colorano molti angoli. L’isola è apprezzata anche per gli spazi verdi, in particolare per il parco di Tantolunden, vicino alla fermata di Hornstull, che ha persino delle piscine (di cui una ricavata da una piattaforma galleggiante sul lago Mälaren) e un teatro all’aperto in estate.


Stoccolma


Dopo averci raccontato la Stoccolma classica, trendy e di design Elena, autrice di Giorni Rubati, ci porta a scoprire altri due volti inediti della capitale svedese.

Stoccolma eco-friendly 

Tantolunden
Tantolunden
Una delle caratteristiche più apprezzabili degli Svedesi è senz’altro la storica importanza che essi attribuiscono alla natura e al benessere del pianeta. Per constatarlo basta girare per strada e osservare gli abitanti, con i loro abiti sportivi adatti a una passeggiata nel verde in qualunque momento (potete dare un’occhiata qui per avere qualche spunto di trekking urbano!). Ci sono dei luoghi dove si può meglio apprezzare questa caratteristica e, in questo senso, il primo di questi è sicuramente l’isola di Djurgården: un’oasi nella città interamente dedicata al tempo libero e alla natura. Qui si trovano solamente musei, parchi di divertimento, orti e serre. Potreste quindi cominciare il tour dagli appezzamenti di terra coltivata del Rosendals Trädgård: ideato proprio per avvicinare gli abitanti al giardinaggio, è oggi uno spazio interamente dedito a coltivazioni biologiche. Dopo Djurgården potreste pensare di recarvi a Södermalm per una passeggiata a Tantolunden: di tutte le zone che ho visitato a Stoccolma, sicuramente la meno turistica. Qui, oltre alla pittoresca vista sulla baia dell’Årstaviken, si scoprono deliziose casette con orti e giardino che ricordano le favole. A questo punto, vi consiglierei di imbarcarvi su un battello (o prendere un autobus) per recarvi alle porte della città e visitare Artipelag: il più giovane degli spazi espositivi che mostra, in maniera magistrale, la simbiosi fra arte e natura. 

Stoccolma family friendly

Skansen Stoccolma
Una casa tradizionale a Skansen
Tanto gli Svedesi amano la natura, quanto sono premurosi e attenti alle politiche familiari. Grazie a questi aspetti, Stoccolma è la destinazione perfetta per una vacanza con i bambini e, per mia esperienza, posso dire anche con quelli molto piccoli. Ovunque troverete strutture accessibili ai passeggini, attrezzate con fasciatoi, spazi gioco e molto altro per i vostri piccoli. Dovendo designare un luogo a misura di bambino nella capitale svedese, sceglierei sicuramente l’isola di Djurgården. Questa non è soltanto un’area verdissima della città ma anche la culla del divertimento per ragazzi. Si comincia da Skansen, il primo museo all’aperto del mondo nel quale sono stati ricostruite case e fattorie della Scandinavia rurale e in cui si possono ammirare figuranti in vesti tradizionali impegnati nei mestieri di un tempo. C’è poi un bello zoo con orsi, gufi, renne e altri animali simpatici. Terminata la visita a Skansen, troverete altri due parchi per bambini. Il primo è lo Junibacken, ispirato alle storie della scrittrice Astrid Lindgren, porta in un mondo di fantasia la cui protagonista principale e è Pippi Calzelunghe. Il secondo, è il Grona Lund Tivoli che sicuramente individuerete già da lontano ascoltando le urla di gioia dei ragazzi sulle giostre. E se dopo tutto questo voi, o i vostri bambini non sarete ancora sazi di allegria, potreste pensare a una visita all’acquario Vattenmuseum, ancora su Djurgården, oppure approdare a Södermalm per visitare il Museo dei Giocattoli e quello dei Trasporti. 
Insomma, queste sono soltanto alcune chiavi di lettura per approcciare la luminosa Regina del Nord, ma sono sicura, si possano trovare altri modi per conoscere una città tanto viva e poliedrica. Volete provarci?

Stoccolma panorama

“Una collana di quattordici isole sospese sull’acqua da scoprire una per una. Questa è per me Stoccolma.” 

Inizia così il racconto di Elena, autrice del blog Giorni Rubati, che ha voluto condividere con noi il suo amore per Stoccolma e svelarci alcuni itinerair tematici per scoprirla.



Stoccolma: una città che mi ha incantata, stupita e invogliata a tornarvi ancora. La capitale svedese è una città bellissima da visitare lentamente, passo dopo passo: il sovrapporsi armonioso di animi e stili diversi il cui spirito è difficile cogliere in pochi giorni. Stoccolma è una città regale, un città marinara, trendy ed eco-friendly, tanto per nominarne alcuni aspetti. 
Avendo poco tempo per vederla, un’idea carina, secondo me, potrebbe essere quella di ritagliarsi degli itinerari secondo i propri interessi e gusti così da esser certi di aver visto quello a cui si tiene di più. Ecco quindi che per i lettori di ViaggioLibera ho pensato di creare alcuni tour tematici, da spezzare in due o più giornate, che possano aiutare a scegliere che cosa vedere in una città tanto stimolante e che magari vi invitino al viaggio. 

Stoccolma classica

La CIttà Vecchia Stoccolma
Vista sulla Città Vecchia

Questo itinerario propone uno sguardo alla Stoccolma più principesca, fatta di edifici sontuosi, chiese, musei e case storiche. Una visita che non può non partire dal cuore della capitale, Gamla Stan, la Città Vecchia, dove troverete il Palazzo Reale, la cattedrale e bei negozi, caffè e ristorantini. Lasciata la città vecchia, dirigetevi a Kungsholmen allo Stadshuset: il Palazzo del Municipio. Qui si gode una vista splendida della città e, accompagnati da una guida, si possono anche visitare la torre e la sala d’oro, la luccicante location per il famoso banchetto che segue la celebrazione del Premio Nobel. A questo punto potrete pensare di visitare qualche museo ed il più classico è senz’altro il Vasa: la struttura che ospita un autentico vascello del XVII secolo perfettamente restaurato. Per concludere l’itinerario potreste pensare poi a un’escursione in battello al Drottningholms slott, residenza reale appena fuori città. 

Stoccolma trendy

Soedermalm  Stoccolma
I murales di Soedermalm

Il contraltare perfetto a questa prima visione di Stoccolma è un giro che vi porti alla scoperta del lato più vivace e creativo della città. Si comincia da Södermalm , l’isola più popolare e multietnica, e in particolare da SOFO, il quartiere che “Vogue” ha definito essere il più trendy d’Europa. SOFO si anima soprattutto di sera, ma anche di giorno è possibile divertirsi facendo shopping nei negozi di vintage e design. Fatto questo, a Södermalm, non perdetevi il museo Fotografiska dedicato all’arte dello scatto che ospita prestigiose temporanee di autori internazionali e organizza interessanti laboratori per tutti. All’ultimo piano dell’edificio si trova un eccellente caffè di design con prodotti biologici e, soprattutto, con una splendida vista sull’acqua. All’entrata, invece, troverete un accogliente shop con saggi d’arte, fotografia e volumi patinati da collezione. Dopo il museo rituffatevi nelle vie più centrali attorno alla centrale Medborgarplatsen per curiosare nelle vetrine più particolari. Per una pausa, recatevi nella zona della graziosa piazzetta di Mariatorget e cercate il caffè del Rival: un’autentica galleria di ritratti di celeb svedesi provenienti dal mondo del cinema, della televisione, dell’arte e della musica. 

Stoccolma di design

Svenskt Tenn Stoccolma
Svenskt Tenn, tempio del design svedese

Quest’altro giro riprende il filo interrotto del precedente e vi porterà alla scoperta dei luoghi del design svedese. Questa volta si parte da Östermalm per visitare il tempio del design svedese: Svenskt Tenn. Qui potrete immergervi in quel gusto per l’arredo della casa che è ormai diventato un brand esportato in tutto il mondo. Subito dopo vi suggerisco una tappa da Nordiska Galleriet. che conserva oggetti cult pensati da architetti e designers di tutto il mondo. Si lascia quindi Östermalm per entrare nel quartiere più in e patinato della città: Norrmalm. Qui, oltre ai grandi magazzini dove si può trovare un po’ di tutto, vi consiglio assolutamente di entrare da Design Torget: oggetti originali, pratici, giovani e divertenti disegnati, pensate un po’, dagli studenti universitari. Per finire questo itinerario dovreste fare una sosta a Gamla Stan. Lontano dalle vie più trafficate si nascondono, infatti, piccole botteghe artigianali che rappresentano un estratto della migliore creatività di Stoccolma. Fra questi, vi ricordo la mini boutique di Lena M.


Strandvagen

Rilassata e tranquilla, Stoccolma è una capitale a misura d’uomo, con spazi urbani ben organizzati, dove ritrovare il piacere di ritmi lenti e godere del panorama sul Mar Baltico. 

Come sempre, negli ultimi tempi, non sono io a scegliere le destinazioni dei miei viaggi ma sono loro a scegliere me. Mi lusingano con offerte lowcost a cui non posso rinunciare ed eccomi lì con uno zaino sulle spalle e lo sguardo illuminato verso una nuova avventura.

Anche Stoccolma è arrivata così. La mia prima volta in Nord Europa. Un aereo a/r a € 65 dal venerdì alla domenica sera. 
Potrebbe sembrare un viaggio effettivamente lowcost ma la dura realtà è che tutte le dicerie sul Nord Europa sono fondate. La vita è cara. E per quanto si possano mettere in atto piccoli accorgimenti non è sicuramente come andare nei paesi dell’est. 
Detto questo Stoccolma è una capitale molto particolare. Non si avverte maestosità, grandezza o imponenza. E’ una città dall’animo tranquillo, dolcemente cullata e protetta dalle acque del Mar Baltico. E’ una città che non trascina nel vortice ma che spinge a viverla con calma, a rilassarsi, a godere delle piccole cose: un giro in battello, una passeggiata nel verde, un kanelbulle (dolce tipico alla cannella) seduti ad un tavolino di uno dei numerosi bistrot.
E’ servitissima dai mezzi pubblici ma, quello che ho apprezzato maggiormente, è che tutte le principali attrazioni sono raggiungibili a piedi dal centro. Se avete la fortuna di trovare delle giornate di sole (cosa tra l’altro molto frequente) il mio consiglio è di non perdere tempo a cercare autobus e metro ma di avventurarsi a piedi. Alcuni scorci sul Mar Baltico sono veramente imperdibili.
Le splendide barche ormeggiate sulla riva 
Nonostante gli spazi verdi, i tramonti sull’acqua e la tranquillità che regna sovrana, Stoccolma è una città che non conquista, non avvolge, non sorprende. Una città che, come tutte le altre, vale la pena visitare almeno una volta ma due giorni sono più che sufficienti e tornarci non è indispensabile. A metà tra una grande capitale e una piccola città non ha né la maestosità dell’una né, a mio avviso, né la particolarità delle altre. Escludendo le pochissime vie del centro (Gamla Stan) il resto non ha un’impronta che valga la pena ricordare. Forse erano semplicemente troppo alte le mie aspettative o, forse, più probabilmente, non tutti i luoghi ci entrano nel cuore.

Da non perdere a Stoccolma

– Museo Vasa: un museo dedicato interamente all’unico vascello del XVII secolo sopravvissuto fino ad oggi. Purtroppo non è possibile salire e visitarlo internamente ma, essendo unico al mondo, la visita è obbligatoria. Tutte le info qui
– Kungliga slottet (Palazzo Reale): l’ingresso non è semplicissimo da individuare ma una volta all’interno non si può che rimanere affascinati dalle sale ricche di storia e sfarzo. E’ forse l’unico luogo in cui si avverte la sovranità e la regalità della capitale
– Skansen Museum: è chiamato “museo all’aria aperta”. In pratica è la ricostruzione degli antichi villaggi svedesi. Botteghe, case, chiese, fattorie. Se si è fortunati si vedono passeggiare le maschere vestite con abiti d’epoca. Lo zoo, a mio avviso, non è nulla di speciale a parte la presenza delle renne
– Ostermalm Saluhall (il mercato coperto): il posto ideale dove curiosare tra i colori, i sapori e gli odori della cucina svedese. Un vero e proprio mercato dove acquistare, assaggiare o rimanere a bocca aperta. All’interno è presente anche un ristorante ma quello che consiglio è di comprare dei piccoli assaggi di tutto e un po’.. ne rimarrete piacevolmente conquistati (l’ingresso è gratuito)
– City Hall: è il palazzo del municipio le cui tre corone situate sulla torre rappresentano il simbolo della città. L’ingresso è possibile solo con la visita guidata quindi informatevi sugli orari o rischiate di perdervi la magnifica vista dall’alto di 106 metri (City Hall)

Palazzo Reale Stoccolma
I ricchi interni del Palazzo Reale

Consigli utili per visitare Stoccolma

– Se avete intenzione di visitare anche solo 3/4 attrazioni e prendere i mezzi pubblici è assolutamente consigliato acquistare la Stockholm Card (info Stockholmcard) che al costo di circa €80 per due giorni consente l’accesso a tutte le maggiori attrazioni e a tutti i mezzi pubblici. Se considerate che ogni museo ha un costo minimo di €15 e che il biglietto dei mezzi costa quasi €4 la Card non ha un prezzo così elevato
– l’aeroporto di Skavsta è piccolissimo. Se avete intenzione di mangiare qualcosa lì prima di partire è meglio portarsi qualcosa dalla città. All’interno è presente solo il duty free (poco fornito) e un bar
– non è necessario cambiare i soldi a meno che non preferiate i contanti. Ovunque è gradito ed utilizzato il bancomat (anche per cifre irrisorie)
– fate attenzione alla scelta dell’alloggio. In molti alberghi la maggior parte delle stanze non hanno la finestra. Negli ostelli è la prassi e, soprattutto nelle camerate, non è molto piacevole
– se avete un budget ridotto prediligete gli acquisti di cibo e bevande presso i diversi supermercati dislocati in ogni angolo della città. Si trova di tutto (anche piatti tipici pronti, panini, tramezzini, insalatone fai da te, dolci, ecc.. ) a prezzi accessibili a tutti. E poi, si sa, è sempre bello curiosare tra le specialità del posto. 


Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, si acconsente a questo. Per informazioni su come disabilitare i cookie, leggere l' Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi