Le isole greche sono sicuramente fra le più belle del Mediterraneo ed è per questo che nella maggior parte delle crociere nel Mediterraneo vengono fatte delle tappe qui (per fortuna!). Di solito, proprio perché viene fatta una scelta necessaria, si tratta delle più caratteristiche, quelle da cartolina e, ovviamente, con porti abbastanza grandi per ospitare una nave di grandi dimensioni. In realtà le isole visitabili sono però oltre mille, senza contare tutte quelle che si possono raggiungere solo con un’imbarcazione privata. (altro…)


Se siete tra quelli che pensano la crociera sia una vacanza per vecchi, proverò a convincervi del contrario raccontandovi la mia personale esperienza.
Quando l’occasione di una vacanza in crociera tra amiche nelle isole greche è arrivata inaspettata, ho deciso di mettere da parte le mie riserve e provare. Sono bastate poche ore a bordo per capire che mi sbagliavo!
Ho presto realizzato che la crociera è un modo diverso e unico di vivere una vacanza in libertà godendo dell’eccezionale opportunità di solcare il mare per spostarsi da una meta all’altra.

L’itinerario tra le isole greche è uno dei più classici ma anche dei più suggestivi da compiere, e la relativa vicinanze tra le isole permette di approcciarsi a queste gemme sparse per il mar Egeo vedendole apparire all’orizzonte, con i loro profili dolci e la costa punteggiata di case bianche.
Crociera è anche sinonimo di avventura da vivere senza costrizioni, perché ad ogni tappa si può scendere ed esplorare quel pezzetto di mondo che ci si staglia davanti, senza pensieri.
E’ così che ho potuto scoprire l’incanto delle Cicladi, i loro paesi quieti affacciati sul mare; è in questa occasione che mi sono innamorata di Santorini e dei suoi tramonti, e sempre nella stessa vacanza ho ammirato i mulini di Mikonos che danzano con il vento.
Un mondo di emozioni, colori e sensazioni vissute appieno, senza mai dover pensare a come spostarsi o a come organizzare gli spostamenti successivi, che tra isola ed isola non sempre sono comodi.

Queste immense navi simili a hotel galleggianti hanno anche un altro enorme vantaggio: fanno si che il viaggio a destinazione diventi esso stesso un momento di svago in cui godere di tutte le possibilità che la nave riserva. Basta un veloce check in per salire a bordo e potrete subito dimenticarvi di lunghe attese e code in autostrada e la vacanza potrà subito decollare.

Provate a immaginare l’enorme relax che da la sola idea di non dover pensare a guidare o a noiosi e interminabili cambi su treni e aerei e  l’avere come unico pensiero come impiegare il tempo dividendovi tra bagni di sole e in piscina, passeggiate sul ponte e cene ammirando il mare.
MSC Crociera ha di recente lanciato il video “Continua a scorpire” che ben interpreta queste sensazioni di libertà e avventura che regala la crociera, mostrando come essa non precluda le emozioni forti che accompagnano le vacanze giovanili ma anzi contribuisca a renderle più intense e magiche unendo ad esse il comfort di una nave comoda e piena di opportunità di divertimento e relax, perché l’avventura non deve per forza essere scomoda!


 Difficilmente in un luogo torno più di una volta ma per Santorini ho voluto fare un’eccezione.
Santorini per me è un posto speciale perché è stato il mio primo vero viaggio: 19 anni e una travolgente voglia di vedere il mondo, quando i miei occhi si sono posati sui colori di quest’isola è stato amore puro. Così quando, una decina di anni dopo, ho avuto occasione di tornarci, non ho esitato ad accettare, desiderosa di riassaporare quell’emozione e ritrovarmi nella sua luce speciale.
E nel tornare ho scoperto che quei ricordi di isola incantata che serbavo non erano frutto della mia immaginazione giovanile ma veri e reali.
Senza dubbio l’isola è uno degli spettacoli naturali più suggestivi del Mediterraneo: capricciosa e un po’ ribelle, Santorini ha la particolarità di poggiare su un vulcano, cosa che la rende diversa dalle altre Cicladi. Le sue terre rosse e nere disegnano contorni definiti contro il blu del mare e le case bianche abbagliano alla luce del sole, mentre i tipici tetti a cupola dipinti di azzurro saturo si fondono con i colori del cielo.

Santorini è diventata una delle destinazioni turistiche più amate e, ahimé, prese d’assalto della Grecia, ma nonostante l’invasione annuale di turisti da tutto il mondo, riesce a conservare angoli autentici dove assaporare quel gusto genuino e semplice della vecchia isola, specialmente nei paesetti lontani dalle spiagge più di moda.

Il capoluogo Thira è un groviglio di vicoli bianchi che si arrampicano lungo la collina: la calce bianca delle case riflette la luce intensa del sole creando un insieme luminoso e vivace  su cui spiccano gli azzurri saturi degli infissi e i tanti fiori che abbelliscono le finestre.

Anche se sempre suggestiva, Thira diventa estremamente caotica nelle sere d’estate, quando tutti i turisti rientrati dalle spiagge si riversano per i suoi vicoli affollando le terrazze di bar e ristoranti che si affacciano sul mare, ma c’è un modo per godersela con tranquillità anche in piena stagione. Bisogna venirci il primo pomeriggio, quando il sole a picco brucia la pelle e il caldo spinge molti a ritirarsi nel fresco delle proprie abitazioni. E’ in questo momento che Thira da il suo meglio tra strade silenziose immerse nella luce accecante dove riecheggiano i propri passi e lo sguardo si perde sull’enorme caldera sottostante.

Salendo verso nord si arriva a Firostefani: lontano dalla confusione del centro, questo quartiere raccolto affaccia sulla strada panoramica, tra case bianche con terrazze in bilico sul precipizio e vertigini d’infinito tra terra e mare. E’ qui che si arriva al tetto di Thira, il punto più alto sulla caldera dove lo sguardo spazia a 360° su tutta l’isola: d’improvviso il tempo si ferma, i raggi del sole mitigati dal vento che qui soffia incessante solleticano la pelle e viene naturale sedersi su uno dei muretti a strapiombo sulla caldera a godersi questo pezzo di paradiso. Mentre si ridiscende verso il paese lungo le sinuose scale di calce e sassi, il panorama davanti pare avvolgere in un morbido abbraccio, tra terrazze fiorite e piscine che invitano ad un tuffo.


La sera non ci si può certo perdere quello che è considerato il tramonto più bello del mondo: per assistervi i posti migliori sono i villaggi di Imerovigli e Oia; al calar del sole le terre scure di Santorini si incendiamo di rosso, tutto il cielo si tinge di mille sfumature di giallo e arancio e anche le case immacolate si colorano di rosa.
Uno spettacolo che fa davvero sognare! Sarà anche inflazionata, ma è innegabile che la bellezza di Santorini sia qualcosa di unico.

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre, forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, si acconsente a questo. Per informazioni su come disabilitare i cookie, leggere l' Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi