Naples FL

La costa occidentale è senza dubbio la parte più spettacolare della Florida dal punto di vista naturalistico,un susseguirsi di lunghe e bianchissime spiagge che per colori e caratteristiche ricordano lidi caraibici. 

Del resto qui i Caraibi sono molto vicini e si avvertono non solo nei tratti morfologici della costa ma anche nella cultura, un interessante mix di stile americano e calde atmosfere caraibiche. 
In un itinerario da sud a nord, la prima cittadina della costa occidentale della Florida che merita una visita è Naples. Si tratta di una rinomata località balneare, amata da molti americani benestanti che qui hanno costruito le loro ville e vengono a trascorrere le vacanza invernali, quando gli stati del nord sono sotto la neve e qui si superano i 30 gradi.

Naples tra ville di lusso e spiagge da sogno

Naples potrebbe essere definita una sorta di Beverly Hills della Florida grazie alle numerose e lussuose ville allineate lungo le ordinatissime strade. Gironzolando per i quartieri più centrali se ne possono ammirare molte, tutte circondate da impeccabili e curatissimi giardini. 
Naples ha anche un elegante centro cittadino, una sorta di Rodeo Drive lungo la quale si ammirano le vetrine dei migliori marchi di abbigliamento e orologeria, oltre che di importanti stilisti. I prezzi naturalmente sono elevati, del resto Naples è frequentata da un turismo di alta fascia: i principali visitatori sono infatti affermati professionisti e pensionati benestanti.
Se negozi e ristoranti non sono esattamente popolari, completamente gratuita è invece la spiaggia, una spettacolare striscia di sabbia chiara lambita da acque blu cobalto. 
Naples è anche un’ottima base per esplorare le regioni lacustri dell’estremo sud della Florida: il parco delle Everglades e la città di Everglades City, ultimo avamposto prima che l’acqua e le mangrovie prendano il totale sopravvento, dista infatti un paio solamente d’ore d’auto. Ad Everglades City ci sono numerose agenzie che offrono tour in airboat che partono dal piccolo molo a nord del centro, dove si trovano anche alcune tavole calde che servono dell’ottima frittura di pesce!

Fort Meyers, il mare per tutti

Se Naples è la destinazione vip della costa occidentale della Florida, Fort Meyers, un’ora più a nord, ne è invece la destinazione popolare. Fort Meyers è la località preferita di giovani e famiglie, attirati dalla bella spiaggia e dai prezzi accessibili di ristoranti e servizi.

Il centro è raccolto intorno all’affollattissimo molo dove c’è un continuo viavai di turisti e bagnanti che si fermano a curiosare nei tanti negozi di souvenir o nei tanti ristoranti. L’atmosfera qui è decisamente più rilassata e easy going rispetto allo stile glamour di Naples, e giovani surfisti si mischiano a famiglie con bambini e ad adolescenti che scorazzano per le vie.

La spiaggia è meno suggestiva di quella di Naples e decisamente più affollata, ma la vista del tramonto dall’ estremità del pontile sul molo è decisamente accattivante.

Sanibel Island, la Florida caraibica 

Sanibel Island
Sanibel Island
Sanibel Island è l’essenza della Florida caraibica ma anche silenziosa e tranquilla, un ambiente naturale incontaminato lontano dai fasti di Miami e di altre famose località di divertimento. A Sanibel si viene per riposare, per godere della tranquillità di splendidi lidi lambiti da acque cristalline, o per rifugiarsi nell’intimità di resort di classe. Una Florida insomma che abbandona lustrini e luci della ribalta e mostra la sua anima più autentica.
Numerose sono le riserve naturali a Sanibel Island che ne preservano e proteggono i delicati ambienti naturali e le spiagge meravigliose, famose per la grandissima varietà e quantità di conchiglie e per la biodiversità della fauna: qui vivono infatti numerosi pellicani, gabbianelle di mare e altre specie. Sull’isola si trova anche un faro risalente alla metà del 1800, che anche se non particolarmente suggestivo rimane comunque un polo di attrazione turistica.

Miami Beach

Grazie alle sue spiagge da sogno e al clima caldo tutto l’anno, la Florida è una delle regioni più amate e apprezzate degli Stati Uniti. Il modo migliore per visitarla è con un viaggio on the road percorrendo le ampie e soleggiate strade che regalano panorami indimenticabili sul mare e l’entroterra. Ecco un itinerario con le tappe irrinunciabili in un viaggio in Florida.

Miami, spiagge da sogno e gusto art déco

Difficile rimanere immuni al fascino di Miami, una delle città più glamour degli Stati Uniti. Miami Beach ne rappresenta il cuore, una lunga striscia di sabbia bianca che si staglia su un mare cristallino. Alle sue spalle corre Ocean Drive, il lungomare più trendy del mondo! A rendere speciale questa via non sono solo i tanti locali alla moda ma anche i bellissimi edifici art déco con le loro facciate color pastello.

Il parco delle Everglades, paradiso d’acqua

Il parco delle Everglades
Il parco delle Everglades 
Se Miami rappresenta l’anima mondana della Florida, le Everglades ne sono la parte più selvaggia. Questa enorme zona paludosa è uno dei parchi più famosi degli Stati Uniti. Per raggiungerlo basta percorrere la panoramica Alligator Alley che parte da Miami e attraversa il cuore del parco. Lungo il percorso ampie zone paludose si estendono a perdita d’occhio creando un paesaggio a tratti surreale. La strada termina a Naples, una piacevole cittadina lambita da spiagge bianche e acque cristalline.

Sanibel Island, i caraibi d’America

Sanible Island è una piccola isola adagiata nel Golfo del Messico, a nord di Naples. Famosa per gli arenili bianchissimi e le acque limpide, è rinomata per i resort esclusivi, la squisita cucina di mare e per la pace e la tranquillità che vi regnano. Sanibel è il posto ideale per immergersi nella natura incontaminata della Florida, lontani da caos e rumori.

Daytona Beach e Key West, due luoghi cult della Florida

Tramonto a Key West
Tramonto a Key West
Ritornati nella costa est si incontra Daytona Beach, uno dei luoghi simbolo d’America: anche se meno suggestiva e caraibica di altri lidi per colori e ambientanzione, la spiaggia è famosa in tutto il mondo per gli eventi motoristici che ogni anno attirano migliaia di bikers. Tornati a Miami, vale la pena riservare un giorno alla visita di Key West, la punta più meridionale della Florida, raggiungibile con un viaggio di un paio d’ore lungo la mitica Highway 1. Un tempo meta di hippies e figli dei fiori, oggi Key West resta un simbolo di libertà e stravaganza. E per finire in bellezza, che ne dite di un cocktail sorseggiato ammirando il famoso tramonto dal molo di Malloy Square?

Documenti di viaggio necessari per gli Stati Uniti

Prima di partire per gli Stati Uniti è necessario fare richiesta dell’autorizzazione ESTA. Per inoltrare la domanda in totale tranquillità senza correre il rischio di sbagliare, è consigliabile affidarsi a servizi specializzati come Esta.it, dove un team di esperti prende in carico la domanda Esta e la esamina attentamente per controllare che sia completa e corretta. Bastano pochi minuti per compilare il modulo on line, al resto pensano gli esperti di Esta.it e l’autorizzazione viene inviata per e-mail nel giro di poche ore! E’ inoltre sempre possibile contattare il servizio clienti in caso di dubbi o domande per tutta la durata del viaggio e della validità del visto Esta.

Caraibica e americana allo stesso tempo, Miami è certamente una delle città più frizzanti degli Stati Uniti, e una delle mete più ambite. Il suo simbolo indiscusso è  la favolosa Miami Beach alle cui spalle scorre Ocean Drive, una delle vie più famose del mondo. Ma molti altri sono i quartieri e i luoghi che identificano la città e che ne rappresentano lo spirito diviso tra modernità, eccentricità e anima caraibica. Del resto, Cuba e i Caraibi sono a poche miglia a largo della costa e  le contaminazioni con queste terre tropicali sono forti e indissolubili.

Se vi apprestate a visitare la città, ecco una serie delle cose imperdibili da vedere a Miami:

© Silvia Romio Photos

Ocean Drive, il lungo mare più trendy del mondo

Alberghi dalle facciate in stile Art Decò si accompagnano ad una serie infinita di bar e locali alla moda, dove è d’obbligo fermarsi a sorseggiare un cocktail ammirando la spiaggia. Qui la parola d’ordine è mondanità, ad Ocean Drive si viene per guardare e farsi guardare!  
Di giorno il lungomare di Miami è un via vai di ragazze in costume e ragazzi che esibiscono i muscoli scolpiti, mentre la sera i locali si accendono di variopinte luci al neon e ospitano un’intensa vita notturna che dura fino alle prime luci dell’alba!

Lincoln Road

Alle spalle di Ocean Drive corre Lincoln Road, una lunghissima strada su cui affacciano molti hotel di lusso ed edifici art decò.
Questo è anche il regno delle boutique delle grandi firme, ma accanto a vetrine blasonate si trovano anche negozi di abbigliamento vintage o di fascia medio bassa, decisamente molto meno invitanti come aspetto ma dove si possono fare dei veri affari.

Espagnola Way

Se preferite quartieri più tranquilli, Espanola Way fa al caso vostro; a pochi isolati da Ocean Drive, questo quartiere è abbellito da molti edifici in stile coloniale spagnolo e palme che oscillano al vento; ci sono anche numerosi ristoranti etnici e negozi che vendono articoli ricercati e particolari.

Miami Beach

© Silvia Romio Photos

Le spiagge di Miami Beach sono un vero paradiso per gli amanti del mare: acque cristalline e sabbia bianca, sicuramente Miami Beach è una delle spiagge cittadine più belle che mi sia capitato di vedere. La zona di South Beach vanta il tratto di spiaggia più frequentato e affollato.
Non perdetevi una passeggiata (o una corsa) lungo la South Beach Boardwalk, la lunga via in legno che costeggia per un lungo tratto la spiaggia di Miami: avrete sicuramente visto qualche film dove i protagonisti fanno jogging mattutino proprio lungo questa passerella, è una vera istituzione in città!

Art Deco District

L’Art Deco Historic District conta oltre mille edifici in stile decò, una concentrazione di palazzi in questo stile che non ha eguali nel mondo; camminando lungo le strade del quartiere ci si trova immersi nelle tinte color pastello delle facciate, che ne sono l’elemento distintivo.  Molti di questi edifici ospitano hotel di lusso; anche se non siete tra i fortunati ospiti di questi hotel, potete comunque ammirarne le facciate che sono delle vere opere d’arte, come del resto l’interno quartiere: armatevi di macchina fotografica e passeggiate senza fretta per le sue vie.

Downtown Miami

© Silvia Romio Photos
Molti turisti tendono a saltare Downtown, la zona dei grattacieli e quartiere degli affari, perché pensano non ci sia nulla di interessante. In realtà la zona è stata oggetto di una recente riqualificazione che l’ha trasformata in un luogo pieni di giovani che si trasferiscono qui grazie ai prezzi degli affitti più bassi che a Miami Baech. L’offerta di locali e ristoranti non è nemmeno lontanamente paragonabile a quella di Ocean Drive e Lincoln Road, tuttavia a Downtown si tengono spesso interessanti concerti di musica dal vivo .
Il mio consiglio è quello di dedicare alla zona qualche ora di visita per conoscere la Miami degli affari.

Wynwood, Miami


A nord di Miami Downtown si trova Wynwood, il quartiere famoso per la Art Work: qui si trovano numerose gallerie d’arte di artisti americani e stranieri, affermati o nuovi talenti, che a Miami hanno trovato terreno fertile per la loro arte. Lungo la vie si possono ammirare anche interessanti opere di street art che rendono il quartiere ancora più giovane e variopinto.
Fate attenzione quando girate per il quartiere, fatelo solo di giorno e non esibite oggetti vistosi (come costose macchine fotografiche): trattandosi di una zona poco turistica, sono frequenti gli scippi a danno dei turisti.

Coconut grove

Il quartiere residenziale più elegante di Miami ne rappresenta anche l’anima eccentrica e lo spirito caraibico: accanto a dimore eleganti proprietà di VIP, ci sono case dallo stile più dimesso ma dal sapore squisitamente tropicale, che ricordano quanto i Caraibi siano vicini! Un quartiere piacevole dove trascorrere qualche ora magari fermandosi ad uno dei locali che servono cocktail.

Miami: Guida al viaggio

Come sempre, la voce principale di spesa per un viaggio oltre oceano è rappresentata dal volo. 
Tra le varie agenzie di prenotazione on line vi consiglio Jet Cost, specializzata in voli economici.
Per gli hotel, la scelta è varia: da super lusso a sistemazioni più modeste; per risparmiare occorre evitare gli alloggi fronte mare e optare per le vie più interne. Una buona alternativa sono gli appartamenti che danno anche la possibilità di cucinare i pasti, con un notevole risparmio sul budget di viaggio.


All’estremità meridionale della Florida e protesa verso Cuba, Key West mostra nei suoi edifici e nell’atmosfera rilassata ed eccentrica che vi si respira queste sue due anime, a metà tra America e i Caraibi;
raggiungibile in ca. 3 ore di macchina da Miami lungo la mitica Highway 1, Key West ha perso parte del fascino hyppie che l’aveva resa la città della trasgressione nei primi anni 70, ma girovagando per le animate vie del centro si possono ancora incrociare personaggi stravaganti ed eccentrici.
Dove dormire: Best Western Key West, a pochi passi dalla centralissima Duval Street, bell’hotel con un rapporto qualità prezzo buono (se prenotato con anticipo); offre stanze enormi e ben arredate disposte lungo il patio con al centro una bellissima piscina aperta fino a tarda sera, per bagni al chiaro di luna. Parcheggio gratuito (da non sottovalutare a Key West dove i parcheggi sono pochi e cari). Prenotabile dal sito della Best Western.

Cosa fare: a Key West si va per guardare (e farsi guardare se siete eccentrici);è bello passeggiare lungo Duval Street curiosando tra i tanti negozietti alla ricerca della maglietta con la scritta più originale o del gadget più eccentrico, o sorseggiare un drink nei numerosi locali dove suonano musica dal vivo fino a tarda sera. E all’imbrunire, dirigetevi a Malloy Square, con il suo brulicare di turisti e artisti di strada, da cui si può ammirare il famosissimo tramoto di Key West! Imperdibile!
Di giorno si può sonnecchiare in une delle spiagge nei dintorni del centro, visitare la casa di Hemingway o prendere la macchina e visitare le altre isole dell’arcipelago delle Keys che offrono belle spiagge dove rilassarsi al sole; non dimenticate (come invece ho fatto io) di fare una foto alla boa in cemento che a Key West segnala il  Southernmost Point, il punto più a Sud degli Stati Uniti; da qui Cuba dista solo 90 miglia….


Cocoa Beach è una località di mare per giovani e famiglie, molto informale ed animata, che vanta un’ampissima spiaggia pubblica; famosa il lungo molo all’estremità nord della spiaggia dove la sera si possono sorseggiare ottimi cocktail e mangiare gustosi piatti ammirando il tramonto.
Dove dormire: Motel 6 Cocoa Beach; non è certo il Grand Hotel ma ha camere spaziose e pulite a prezzi veramente economici, offre una bella piscina dove fare qualche tuffo di ritorno dalla spiaggia, che dista pochi passi dal motel. Prenotabile direttamente sul sito di Motel 6 www.motel6.com
Per la colazione consiglio la Waffle House accanto all’hotel, per un’esperienza davvero american style accomodatevi al bancone e gustatevi la classica colazione americana!
A ca. 45 minuti di strada da Cocoa Beach si raggiunge Cape Canaveral dove sipuò visitare il gettonatissimo Kennedy Space Center della NASA; purtroppo gli americani sono riusciti a trasformare una base spaziale storica (da qui è partito il mitico Apollo 13 atterrato sulla Luna) che potrebbe offrire un’esperienza davvero unica, in un enorme (e costoso) lunapark; a mio parere il biglietto è troppo caro per quello che il parco offre, ma certo è difficile venire fino a qui e pensare di non visitarlo (biglietti acquistabili in line su http://www.kennedyspacecenter.com/. A voi la scelta….


Con le sue bianchissime e pulitissime spiagge, Naples è una ridente ed esclusiva cittadina adagiata nel Golfo del Messico, dove molti americani benestanti vengono a svernare nelle loro lussuose ville.

Da Miami ci si arriva per la comoda Alligator Alley, una lunghissima striscia di asfalto che permette di attraversare la Florida da costa a costa in un paio d’ore d’auto; il nome di questa panoramica strada non è stato dato a caso, la strada passa infatti per il cuore dell’Everglades Park e lungo tutto il percorso si può godere a perdita d’occhio dello straordinario paesaggio lacustre di questa regione e, se si è fortunati, avvistare anche qualche alligatore!
Naples è una cittadina molto ordinata e pulita, dove tutto, dalle ville ai negozi ai giardini, è perfetto; essendo un posto frequentato da una clientela benestante, la via principale è piena di negozi e boutique con le migliori griffe internazionali e lungo i quartieri residenziali sembra che si faccia a gara per avere la villa più lussuosa ed esclusiva; ma a chi non ama la mondanità, Naples può risultare comunque una meta interessante grazie alla sua lunga e bianchissima spiaggia (rigorosamente pubblica) e ad un’acqua cristallina. Consigliatissima!
Dove dormire: Ramada Inn of Naples, un comodissimo hotel della catena Ramada con stanza ampie funzionali e pulite, a cinque minuti in macchina dal centro di Naples e dalla spiaggia; l’hote offre una bella piscina. Si prenota dal sito www.ramada.com
Naples è anche un’ottima base per esplorare questo tratto di costa del Golfo del Messico che offre numerose e stupende spiagge; dista infatti ca. 1 ora d’auto da Fort Meyers, una colorata località di mare molto più informale di Naples (ma con una spiaggia decisamente meno caraibica), che vale ben una visita; da qui si può proseguire verso Sanibel Island, altra meta balneare con belle spiagge.

Dirigendosi invece verso sud, in soli 40 minuti si raggiunge Everglades City percorrendo la bellissima Tamiami Trail ; Everglades City ha davvero l’aspetto di una città di confine, dove la terra finisce per lasciare posto a queste spettacolari regioni acquitrinose; da qui si  possono prendere uno dei tanti tour con Airboat per esplorare e vedere da vicino i favolosi paesaggi delle Everglades; consiglio di fermarsi a pranzo in uno dei caratteristici locali che servono pesce fritto per calarsi appieno nell’atmosfera di America di confine di questo posto.


Probabilmente la meno americana delle città degli USA, dove si respira un’aria di latinità grazie all’alta percentuale di popolazione di origine ispanica. La meta turistica per eccellenza è Miami Beach, moderna e a dal fascino stravagante grazie ai tanti edifici Art Deco che contornano la via principale, Ocean Drive, il lungomare più famoso e trendy del pianeta. Ma la vera protagonista è la spiaggia, bellissima, bianca. lunghissima, con un’acqua cristallina, decisamente una delle migliori spiagge di città che si possano trovare negli Stati Uniti e non solo.


Arrivare e spostarsi in città: Dall’aeroporto MIA si possono prendere i servizi di Shuttles (www.supershuttle.com) collettivi per il centro oppure i bus pubblici: dirigetivi alla Bus station situata a Central Terminal E lower level  dove passano tutti i bus diretti in città
Dal prossimo 28 luglio 2012 sarà attivo anche il collegamento tra MIA e centro città tramite Metrorail, il comodo servizio di treno locale che collega il centro con le zone perififeriche a nord. 
Per tutte le informazioni sui trasporti locali visitate il sito: http://www.miamidade.gov/transit
Consiglio! per chi arriva o parte dal Fort Lauderdale- Hollywood International Airport, a nord di Miami (un’alternativa molto meno caotica al MIA da cui partono i voli Jetblue e di altre compagnie)consiglio il comodo ed economicissimo Tri-Rail www.tri-rail.com, ottimo anche per raggiungere le località costiere del Miami-Dade Country per chi non ha la macchina. Per raggiungere l’aeroporto prendete il treno in una delle stazioni di Miami (consultate la mappa nel sito) e scendete a Fort Lauderdale Int. Airport, da lì uno shuttle bus gratuito vi porterà al terminal desiderato.
Dove dormire: Crescent Resort on South Beach, direttamente su Ocean Drive, frontespiaggia, offre comodi e puliti miniappartamenti dotati di cucinotto completo di stoviglie, pentole e microonde, ideali per risparmiare qualche soldo facendo colazione in casa o cucinando qualche veloce pasto o cena; alcuni hanno anche la vasca idromassaggio. Prenotabile s http://www.crescentsuites.com  o tramite www.booking.com
Cosa vedere:  Il cuore pulsante della città è Miami Beach, che è in realtà un comune distinto rispetto a Miami. Qui si trovano le belle architetture dell’Art Decò District e si può rilassarsi al sole nella bellissima e bianchissima South Beach, dove si svolge la vita balneare che richiama tutto l’anno turisti americani e stranieri. Per un jogging veramente alla moda (o semplicemente per una passeggiata)  non perdetevi la South Beach Boardwalk, la lunga via in legno che costeggia per un lungo tratto la spiaggia di Miami. 
Alla sera la zona di Ocean Drive diventa il teatro di una sfavillante vita notturna illuminata dalle insegne al neon in stile retrò dei tanti hotel dalle facciate Art Decò che vi si affacciano. Anche Downtown merita una visita; per arrivarci si può usare il Metromover, una metropolitana sopraelevata senza conducente. Per una sosta culturale ci si può fermare al Miami Art MuseumPer vivere le atmosfere più caraibiche di Miami, si può raggiungere il quartiere di Little Havana, dove vivono moltissimi cubani immigrati.

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, si acconsente a questo. Per informazioni su come disabilitare i cookie, leggere l' Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi