Mazzorbo, gli orti di Venezia

Mazzorbo è una piccola isoletta della laguna veneziana situata a est di Burano e collegata a questa da un ponte. Poco frequentata rispetto alla sorella più famosa, è il luogo ideale per scoprire la Venezia nativa e passeggiare tra orti e frutteti.

Se avete in programma una visita a Burano non perdete l’occasione di esplorare Mazzorbo. Sebbene vicinissima alla splendida ma, ahimè, affollata Burano, Mazzorbo è una vera oasi di pace, un angolo verde che vi incanterà. Io ci sono capitata per caso, scendendo alla fermata prima di Burano semplicemente perché non sopportavo più il caldo e l’affollamento del vaporetto. Scesa a terra, mi sono ritrovata su un bellissimo viale assolato e semi-deserto lungo la laguna. Un vero miracolo se si considera che a qualche centinaio di metri da lì, percorrendo il Ponte Longo, si arriva al caotico approdo traghetti di Burano. A separare le due isole una passeggiata di appena 10 minuti, ma un universo in termini di pace e tranquillità, sopratutto nei weekend di primavera ed estate!

La storia di Mazzorbo

Fondata nel 640 d.C. in seguito alla fuga degli abitanti dell’entroterra per le invasioni barbariche, Mazzorbo godette a lungo della vicinanza di Torcello, importante snodo commerciale dell’epoca per Venezia. L’isola raggiunse il massimo splendore nel X secolo, ospitando chiese, palazzi signorili e monasteri, dove studiavano i figli dei ricchi patrizi veneziani. Dopo l’anno 1000 cominciò un lento declino a favore di Venezia e i nobili piano piano si trasferirono. Mazzorbo fu così trasformata in un’isola agreste dedita alla coltivazione, attività che ancora oggi la caratterizza.

Tra orti e frutteti

Case di Mazzorbo

Scesi dal vaporetto, incamminatevi lungo il viale che costeggia la laguna in direzione Burano. Superata una piazzetta su cui affaccia un grazioso ristorante, troverete l’ingresso a Venissa. Si tratta di una tenuta al cui interno si coltivano viti e rose. L’ingresso alla proprietà,  ad accesso libero, avviene attraverso uno dei varchi lungo le mura medievali, che cingono l’intero perimetro della tenuta. Pochi passi e ci si ritrova in un vero angolo di paradiso! Immerso in ordinate file di viti intervallate da roseti sorge il campanile della chiesa di Santa Caterina. Unico simbolo rimasto dell’antica gloria di Mazzorbo, il campanile, leggermente inclinato, rende il paesaggio ancora più affascinante, intrecciando natura e architettura.

Venissa

All’interno della tenuta Venissa si trova l’omonimo ristorante, stella Michelin. Oltre alla qualità dei piatti, a renderlo speciale è senza dubbio l’ubicazione. In estate è possibile mangiare nella veranda che affaccia direttamente sulle vigne. Vista da qui, con all’orizzonte solo filari e rose, sembra impossibile di essere a Venezia. Un’altra incredibile sorpresa che questa meravigliosa città e le sue isole sanno riservare! Anche se non vi concedete il lusso di un pranzo o cena al ristorante, è possibile passeggiare indisturbati lungo la tenuta e godersi il paesaggio, approfittando anche di alcune panchine che offrono una sosta rinfrescante all’ombra di alberi da frutto.

Le case di Mazzorbo

Case di Mazzorbo

Anche qui come nelle vicina Burano, al di là del canale, ci sono case dai vivaci colori pastello. Sebbene meno perfette, queste dimore offrono uno spaccato della Venezia autentica. Mazzorbo infatti rimane ancora piuttosto estranea ai flussi turistici di Burano, ed è tuttora un luogo di residenza, sebbene poco popolato (appena 350 abitanti). L’isola svolge però un importante ruolo sociale per le isole vicine, ospitando un centro sportivo, un parco giochi e il cimitero.

Come arrivare a Mazzorbo

Semplicissimo! Basta prendete il traghetto per Burano da Venezia Fondamenta Nuove e scendere alla fermata Mazzorbo (ca. 40 minuti). Lungo il percorso il vaporetto ferma anche a Murano Faro ma in alta stagione qui si formano lunghe code di attesa. Il consiglio è di andare prima a Mazzorbo-Burano da Venezia e poi, sulla via del ritorno, fermarsi a Murano. Così dovreste evitare le code! Da Mazzorbo si può raggiungere Burano a piedi con una breve e piacevole passeggiata percorrendo il Ponte Longo. Esiste un servizio regolare di vaporetti anche da Cavallino Treporti per Torcello-Burano-Mazzorbo.

CATEGORY: Italia

Related items

Comments (2)

Proposta interessante per chi ama visitare in tranquillità l’isoletta vicino a Burano. Merita assolutamente una visita, così da riuscire a provare anche il ristorante stellato.

Grazie! E' una gita veramente bella da fare per godersi una Venezia diversa e più autentica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre, forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, si acconsente a questo. Per informazioni su come disabilitare i cookie, leggere l' Informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi