Venezia regale: il Museo Correr

Situato nell’ala napoleonica di Piazza San Marco, il Museo Correr custodisce le sale regali dove soggiornò l’imperatrice d’Austria Sissi.

Ci vuole almeno mezza giornata per vedere tutto il museo tante sono le collezioni che conserva.
Dagli ambienti sfarzosi dove soggiornò Sissi alle sale che conservano capolavori d’arte, il Museo Correr è una perla di Venezia incredibilmente poco frequentata. Mentre nel vicino Palazzo Ducale i turisti fanno la fila per entrare, qui si sale indisturbati lungo l’ampia scalinata che introduce agli ambienti napoleonici.
Un viaggio nella Venezia regale! Pronti? Via!

Le stanze di Sissi a Venezia

Sala da Ballo Museo Correr


Le 9 sale in cui visse Sissi durante i suoi soggiorni a Venezia fanno fanno parte dell’ala allestita ad inizio del 1800, in età napoleonica. L’edificio mostra molti dettagli dell’età di Bonaparte e di quella degli Asburgo: le sale sono un tripudio di affreschi e arredi di gusto neoclassico. Il contrasto con l’antico  Palazzo dei Dogi è netto. Qui ci si lascia alle spalle la Serenissima e ci si affaccia ad una inedita Venezia regia. Ed è proprio questa la forza principale del Museo Correr, il mostrare e testimoniare un volto diverso e meno noto della città lagunare.

L’itinerario di visita parte della meravigliosa Sala da Ballo e prosegue lungo un percorso che accompagna nella vita pubblica e privata dei sovrani asburgici. Dalle sale di rappresentanza, come la Sala Ovale e delle udienze, allo studio, camera da letto e boudoir di Sissi. Tutte eleganti e raffinate, gli ambienti privati dell’imperatrice, con deliziosi decori floreali alle pareti, danno un tocco di femminilità e leggerezza. Sembra di vedere Sissi aggirarsi per le stanze del palazzo! Splendide anche le viste da alcune delle stanze. Dall’anticamera degli appartamenti imperiali si gode di un colpo d’occhio stupendo sui giardini reali e il bacino di San Marco, a ricordare che questa reggia si trova nel cuore di Venezia!

Le Stanze di Sissi Museo Correr
Una delle sale di rappresentanza

La storia di Venezia

La visita al museo prosegue nelle Procuratie Nuove, ideate dall’architetto Vincenzo Scamozzi. Queste sale erano un tempo sede delle maggiori magistrature della Serenissima. L’esposizione illustra attraverso monete, ritratti di Dogi e libri, diversi aspetti della storia veneziana. Particolarmente interessante è la sala dedicata a Venezia e il mare, con riproduzioni in scala di galere veneziane. Ammirando questi capolavori di ingegneria navale, artefici del successo nei mari della Serenissima, si comprende l’indissolubile rapporto della città con il mare, favorita anche dalla posizione che la rese ponte tra Occidente e Oriente.

Caffè con vista su San Marco

Il Caffè del Museo Correr
Il Caffè del Museo Correr
Terminata la visita (che comprende anche il Museo Archeologico), prima di uscire fate una sosta nel delizioso caffè del museo, ospitato in uno dei saloni affrescati al primo piano. Un’ambiente raffinato con comode poltroncine accoglie i visitatori. Dalle vetrate si gode di una vista spettacolare sulla Basilica di San Marco di fronte, dall’altro lato della Piazza. Il caffè costa 3€, un piccolo prezzo considerando che si sorseggia da una posizione così privilegiata! Al caffè si può accedere anche senza visitare il museo, basta passare i controlli di sicurezza all’entrata. Un indirizzo da appuntare per una prossima gita a Venezia!

Come acquistare i biglietti

I biglietti di ingresso al Museo Correr fanno parte del pacchetto dei Musei di San Marco, in cui è incluso anche il Palazzo Ducale (19€ a persona). A quanto mi risulta non è possibile acquistare il solo ingresso al museo, ma potete provare a visitare il sito del museo o a chiedere in biglietteria.

 

CATEGORY: Italia

Related items

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*