Peschici, la bianca sirena del Gargano

 Seguendo la litoranea che da Rodi Garganico si snoda lungo la costa, all’ennesimo tornante appare Peschici, una sirena bianca adagiata su una rocca di fronte al mare

Già da lontano Peschici si mostra in tutta la sua accecante bellezza, un bouquet di casupole bianche e cupole blu bizantine strette una all’altra quasi a volersi sorreggere per non scivolare nell’abbraccio del mare.
La posizione non fu scelta a caso dai fondatori, i Normanni, che costruirono qui un baluardo difensivo contro i nemici provenienti dal mare: in effetti dall’alto dello sperone di roccia su cui sorge la città, la vista spazia ampia sul mare e permette di avvistare le navi al largo.
Vista dalla scalinata che sale a Peschici
Oggi la posizione è più apprezzata per il panorama che per le qualità difensive ed è motivo di attrazione per i molti turisti che affollano Peschici d’estate.
Per godere appieno della bellezza della cittadina, accedetevi attraverso le scale che partono dalla spiaggia e risalgono verso il centro, passando tra viuzze dai balconi fioriti: la salita è un po’ ripida ma la fatica è ampiamente ripagata dal panorama.
Peschici è frizzante e soleggiata di giorno e vivace e trafficata la sera, con tante botteghe e negozietti di souvenir che espongono variopinti manufatti artigianali, e buoni ristoranti dove apprezzare la cucina locale. Immancabili anche i banchetti che vendono olio, orecchiette e taralli!
Il centro storico è minuscolo e vi si accede da una stretta porta che lo separa dalle zone commerciali. Anche se molto piccolo e molto turistico, è piacevole da visitare perché interamente pedonale: passeggiando per i vicoli bordati da case bianche con i balconi dipinti e osservando il profilo delle cupole blu che si stagliano sul cielo, l’impressione è quella di essere in Grecia!

 

Il castello di Peschici

 

Vista dalle mura di Peschici
Arroccato su una rupe prospiciente il mare, il Castello si trova in posizione magnifica, a picco sul mare. Costruito nel 970 dai Bizantini, nel Medioevo fu raso al suola dai Veneziani  e poi ricostruito da Federico II. L’edificio è proprietà privata e non è visitabile, si può accedere però alle segrete che ospitano il Museo delle Torture.

 

La spiaggia di Peschici

 

La spiaggia cittadina, che sorge ai piedi dell’abitato è una mezzaluna di sabbia dorata, intima e raccolta e con una vista magnifica: da una parte il mare, dall’altra le bianche case di Peschici aggrappate alla roccia!
E’ molto piacevole trascorrere qualche ora di relax stesi al sole, per poi tornare in paese tramite la scalinata che sale dall’arenile e concedersi un aperitivo nella piazzetta centrale, con vista sulla costa del Gargano. Cosa volete di più?!

 

CATEGORY: Italia

Related items

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*