Le spiagge più belle del Salento
Grotta della Poesia, Salento

Difficile stilare una classifica delle spiagge più belle del Salento perché il tacco d’Italia è un susseguirsi ininterrotto di lidi splendidi, spiagge sabbiose o di roccia lambite da acque talmente trasparenti da sembrare caraibiche. Ci voglio però provare e raccontarvi quali sono secondo me le spiagge imperdibili in un viaggio in Salento, seguendo un percorso che partendo dal versante adriatico arriva a quello ionico.

La costa adriatica salentina

La Poesia, Roca Vecchia

Uno smeraldo di acqua trasparente incastonato tra candide rocce, così si presenta la Grotta della Poesia a Roca Vecchia, nella costa adriatica leccese.
Basta guardare la foto (in testata) per capire la meraviglia di questo posto! Alcuni gradini scavati nella roccia permettono di accedere al bacino naturale che, proprio perché riparato e chiuso, vanta acque immobili e calde. Attraverso un tunnel naturale tra le rocce è possibile sbucare in mare aperto (solo per esperti nuotatori!)

Le due Sorelle, Torre dell’Orso

L’ampia baia di Torre dell’Orso è una delle più amate del Salento, forse per i colori dell’arenile e dell’acqua che si accompagnano alla verde pineta che li cinge. A pochi metri dalla riva spuntano dall’acqua due faraglioni vicinissimi uno all’altro, chiamati appunto Le Due Sorelle.

La Baia dei Turchi

Basta spostarsi di una manciata di chilometri a nord di Torre dell’Orso per trovare un altro gioiello salentino, Baia dei Turchi. Nonostante i cartelli non è semplice trovarla, perché la baia è riparata da una fitta pineta e l’accesso avviene solo a piedi attraverso i sentieri battuti che la percorrono. Qui le acque sono incredibilmente limpide, complice anche la sabbia chiara e fine. La spiaggia ha solo un piccolo chiosco poco fornito, portatevi scorte d’acqua!

Porto Badisco, Otranto

Un luogo mitico nel vero senso della parola! Narra la leggenda che proprio qui sbarcò Enea in fuga da Troia. La spiaggia rocciosa è la preferita dagli amanti dei tuffi perché le alte pareti di roccia offrono trampolini naturali per lanciarsi nelle verdissime acque sottostanti!

La costa ionica salentina

La spiaggia di Marina di Pescoluse
La spiaggia di Marina di Pescoluse

Marina di Pescoluse

Superata Santa Maria di Leuca, il punto estremo della penisola, inizia un susseguirsi di ampi lidi sabbiosi dal colore incredibilmente bianco: siamo nelle Maldive del Salento e Marina di pescoluse ne è la regina. Qui l’acqua assume un colore talmente azzurro da sembrare davvero un lido caraibico. Favolosa!

Punta della Suina

Il viaggio nei Caraibi salentini prosegue a Punta della Suina. Per raggiungerla si attraversa una profumata pineta ombreggiata e arrivati in spiaggia ci si può stendere sulla sabbia fine o sorseggiare una bibita in uno dei piccoli chioschi di legno.

Porto Selvaggio, Nardò

Anche questa spiaggia è raggiungibile attraversando una pineta, al termine della quale attende un lido di bianchi ciottoli e scogliere. Se il caldo non è troppo opprimente, si può seguire il sentiero che sale a Torre dell’Alto, per una vista mozzafiato!

Punta Prosciutto, Porto Cesareo

Terminiamo questo giro del Salento con questa spiaggia di sabbia bianca e finissima, acque calde e azzurre e morbide dune che la cingono: il nome è bizzarro e poco chic, ma la spiaggia è  la quintessenza stessa del mare caraibico del Salento!
CATEGORY: Italia, Spiagge
Comments (5)

Incantevole

Incantevole

Incantevole

Incantevole

ciao Graziella, grazie per essere passata di qui 🙂
Il Salento è davvero un posto incantevole, concordo!
Silvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*