Vivere a Londra
Credits: Luca @ajourneyinside
Luca, che si è appena trasferito a Londra per un stage di tre mesi su turismo e green econmy, ci racconta la città dal punto di vista dell’expat.
Ecco le prime impressioni a caldo e i suoi consigli per visitare la città.
METRO E TRENI A LONDRA
Musica di sottofondo Ludovico Einaudi-Odd days
La prima cosa che mi ha colpito quando misi piede a Londra la prima volta nell’ottobre 2010 fu la velocità delle persone.
Tutti di fretta. Sembra che la vita sia più bella se spremiamo al massimo le nostre capacità ginniche e mentali.
Non ho mai capito se ogni giorno ci sono migliaia di persone con dei cambi di mezzo con orari risicati, o se è per puro spirito sportivo, o se hanno tutti la moglie in ospedale che sta per partorire.
In treno è bene non avere vicino persone raffreddate, dato che tutti respirano sul collo del vicino, e quindi di conseguenza anche gli sternuti. Le loro gocce trovano facile dimora sui colletti delle giacche vicine.
Una città di nove milioni di abitanti. Dove puoi anche sentirti solo.
Una città multiculturale, dove però pare che ognuno dimentichi le prerogative della propria cultura, o la lasci in camera, per uniformarsi e conformarsi ad uno stile. British? Non direi. Stile mondiale? forse. Tutti diversi ma così simili.
Sentirsi soli. In treno e metro, perchè ognuno è a capo chino sul proprio cellulare. Silenzio di tomba in treno. Centinaia di persone stipate in pochi metri, che guardano assorte, vuote, rassegnate il finestrino. Sembra che abbiano proprio delle vite infelici!
Stazioni tra le più incasinate sono Victoria, Liverpool, London Bridge, Waterloo.
Segnalo le ultime due a fini turistici: a London Bridge
potrete ammirare London bridge! Il London Eye….effetti speciali la notte, in particolare! A Waterloo scendete e fate un giro al War Museum. A me, la parte sulla seconda guerra mondiale, ha fatto rabbrividire perfino le unghie dei piedi!!!! Emozionante
TURISMO A TRAFALGAR SQUARE
Musica dei Beatles, Yellow submarine
Credits: Luca @ajourneyinside
Le cose belle da vedere a Londra sono perlopiù tutte nelle zone 1 e 2.
Difatti la città è suddivisa in aree circolari, e le zone 1 e 2 sono quelle centrali.
A mio avviso si respira un’aria mista cultura, gioia, british, storia a Trafalgar Square. Scendete alla stazione metro di Charing Cross.
Trovate il bellissimo National Galleries, dedicato agli amanti della pittura, dagli impressionisti, agli italiani del rinascimento, ai fiamminghi.
E’ gratuito! Come lo sono la maggior parte dei musei londinesi.
In questo periodo c’è un enorme gallo blu in tal piazza, il cui significato mi sfugge. Mi sa tanto da Francia, ma dubito gli inglesi vogliano omaggiare i cugini d’oltremanica.

A proposito, ci sono inglesi a Londra? Dove sono?
CATEGORY: Europa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*