Sirmione, perla del Garda
Sirmione Lago di Garda

Uno dei paesi più conosciuti e frequentati dai turisti, Sirmione è a ragione chiamata la perla del Garda, un gioiello adagiato su una penisola che si protende verso il lago rendendolo l’unico paese del Garda ad essere bagnato su due lati dal lago.

Cosa vedere a Sirmione

Il centro storico racchiude in poche vie uno straordinario patrimonio artistico frutto di una storia millenaria. La cittadina fu infatti un centro romano, per poi diventare nei secoli possedimento longobardo e scaligero e poi parte della Serenissima.
Questo susseguirsi di epoche e culture ha lasciato un segno indelebile sulla geografia e l’architettura della città, ed è proprio questa mescolanza di stili a rendere speciale la cittadina.
L’entrata al borgo avviene attraverso la massiccia rocca del Castello Scaligero, risalente al XIII secolo e circondata dalle acque azzurre del lago. Le tre torri e il maschio, alto ben 47 metri, impreziositi dalle merlature a coda di rondine, creano un forte impatto e l’impressione che si ha è quella di entrare in un antico borgo medievale.
Nei pressi del Castello, stretta tra viuzze acciottolate, la Chiesa di Sant’Anna, dedicata alla madre della Madonna, è un piccolo edificio risalente al Quattrocento: all’interno sono presenti affreschi votivi del XVI secolo e un dipinto su pietra raffigurante la Madonna. Vale la pena soffermarsi per ammirare la facciata semplice e pulita di questa graziosa chiesa.
L’interno del borgo è un piacevole groviglio di viuzze straripanti di negozi che espongono ceramiche colorate, saponi profumati, quadri, gioielli, tovaglie ricamate, fino ai prodotti tipici del Garda, primo tra tutto l’olio ottenuto dai tanti ulivi che crescono sui pendii e sulle colline che circondano il lago.

Le Terme di Sirmione

Camminando lungo la via principale si attraversa tutto il paese per arrivare alle Terme di Sirmione: appena si varca la soglia d’entrata si viene investiti da un forte odoro di zolfo. L’acqua di Sirmione è infatti ricca di questo elemento che la rende particolarmente salutare per la pelle e le vie respiratorie, un toccasana e una coccola a cui è difficile dire di no, sopratutto ammirando lo splendido parco termale esterno con una spettacolare vista sul lago.

Superato lo stabilimento termale la strada principale prosegue in salita tra un bel parco di altissimi aceri e pini fino ad arrivare ad una spettacolare terrazza panoramica da cui si gode di una vista a 180° sul lago e i paesi costieri.


Le Grotte di Catullo

Sirmione Lago di Garda

Sulla punta estrema dell’isola le Grotte di Catullo sono una vasta area archeologica che si estende sul luogo dove, in epoca romana, sorgeva un’immensa villa patrizia. Secondo la tradizione fu questo il luogo dove nacque il celebre poeta latino Gaio Valerio Catullo. La villa venne abbandonata negli ultimi secoli dell’impero e fu presto invasa dalla vegetazione che la ricoprì interamente. Le cavità formate dalle architetture semidistrutte, simili a grotte, ne determinarono il nome con il quale ancora oggi il luogo è conosciuto.Il sito archeologico è visitabile ed è un luogo di grande fascino e impatto paesaggistico, proteso verso il lago ad abbracciare un vasto tratto di costa.
Per chi non ha voglia di arrivare fin quassù a piedi, c’è un comodo trenino elettrico che fa la spola dalle Terme al piazzale panoramico per solo 1€ a corsa.
Sulla via del ritorno si può fare una deviazione fermandosi nella spiaggetta di sassi, un posto piacevole dove bere un caffè, fare una sosta golosa ammirando il panorama sul lago o stendersi sugli scogli a prendere il sole.
CATEGORY: Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*