Steet Food europeo

Uno degli aspetti più belli e ripaganti di un viaggio è l’incontro con l’universo gastronomico del paese che si visita: assaggiare la cucina significa entrare in contatto con l’essenza di un luogo, perché il cibo è un aspetto importante e caratterizzante di ogni cultura, ne racconta e rispecchia gli umori e le atmosfere.
Per immergersi nei sapori di un paese non c’è nulla di meglio dello street food, il cibo di strada che si cucina nelle bancarelle e si degusta immersi nel caleidoscopio di gente, suoni e odori che animano le vie di città e paesi; sicuramente non è rilassante come sedersi in un comodo ristorante, ma lo street food rappresenta una delle migliori occasioni per avvicinarsi e degustare, è proprio il caso di dirlo, lo spirito di un luogo.
Se lo street food impera nei paesi del Sud Est asiatico e dell’America del sud, culturalmente avvezzi a consumare cibo in strada, anche quello europeo non è da sottovalutare e riserva numerose e gustosissime sorprese. 
Partiamo per questo viaggio nel vecchio continente all’insegna dei sapori di strada!

Grecia:

Gyros: sottilissime fettine di carne di maiale o manzo speziata che viene fatta cucinare a fuoco lento in uno  spiedo verticale (da qui il termine gyros che in greco significa appunto “girare”) e poi sfilettata ottenendo succulenti sfilacci che possono essere consumati da soli o serviti dentro a una pita, un pane piatto e ovale che somiglia alla piadina, il tutto solitamente condito con la salsa allo yogurt tzatzichi e cipolla, oltre alle  immancabili patatine fritte.

Un piatto delizioso da leccarsi le dita, e non solo in senso metaforico dal momento che il sugo della carne tende  a fuoruscire dal panino!



Spagna 
Churros: deliziosi dolcetti di pastella dalla tipica forma allungata e zigrinata, fritti nell’olio e poi spolverati di zucchero, serviti in cartocci da degustare mentre si passeggia.
Si gustano tali e quali o intinti nella cioccolata calda!
Il churro era originariamente una razza di pecore. Il cibo dei pastori era pane fritto, un piatto semplice e facile da portare fuori casa. Successivamente fu aggiunto lo zucchero e la particolare forma stellata e allungata, che si ottiene usando la churrea.
Francia
Crepes: i francesi sono sempre più chic, anche nel cibo di strada! La crepe è l’icona fashion dello street food, proposta in numerosi varianti sia dolci che salate: burro  zucchero, nutella, uovo, prosciutto  ogni variante è valida!
Ma la crepe è un piatto di origine contadina, deriva infatti dalle regioni costiere di Bretagna e Normandia dove veniva preparata con la più economica farina di grano saraceno (variante che esiste ancora in queste regioni e viene chiamata galette). Successivamente il fascino della crepe, trasformata nella più conosciuta versione con solo farina bianca, ha conquistato tutta la Francia divenendo una pietanza amata e apprezzata a livello internazionale, icona della cucina francese.

Germania
Currywust: un wuestel tagliato a fette, condito con salsa di pomodoro e curry o senape e servito con pane bianco o integrale. Si gusta servito su un piccolo vassoio in cartone con una palettina come forchetta. Ovviamente abbinato a una buona birra!
La pietanza venne inventata nel dopoguerra da una casalinga berlinese che pensò di condire i wuestel con una salsa di pomodoro piccante e scese in strada per venderli.

Inghilterra
Cornish Pastry: è un fagottino di sfoglia ripieno di manzo tritato, patate cipolla e rapa. In Cornovaglia, regione di origine del piatto, come indica il nome stessi, si gusta dal ‘700, quando divenne il piatto dei minatori.
Come ogni street food che si rispetti, va gustato passeggiando, magari lungo una delle magnifiche spiagge della costa della Cornovaglia

Avete qualche altro cibo di strada da aggiungere alla lista?


CATEGORY: Europa, Itinerari con gusto
Comments (4)

Che fortuna essere capitata sul tuo blog! Davvero molto interessante leggere i tuoi post! E che dire dell'hamburger di NYC? 😀

http://pensierinviaggioo.blogspot.it

ciao Manuela
che piacere averti come lettrice! L'hamburger di NYC così come l'hot dog a Central Park sono delle istituzioni a cui riserverò un altro post sullo street food extra europeo!! Se te ne vengono in mente altri di sfiziosi li aggiungo alla lista! A presto!!
Silvia

Silvia che gola… adoro il gyros, l'estate scorsa ne abbiamo fatto man bassa per tutta la Grecia! 🙂
Io come sai ho gusti un po strani, ma in Europa adoro i mercatini e sopratutto la paella che si trova preparata sul momento! Passa anche di qui a Maggio! Non vedo l'ora!
Le cose più strane e comunque sfiziose le ho trovate in Thailandia… non so se l'hai già letto, ti lascio il link del mio post e… fammi sapere! 😉

http://www.sphimmtrip.blogspot.it/2013/01/street-food-dove-e-come-mangiare-in.html

cian Gian, il tuo articolo mi ha fatto riassaporare i gusti della Thailandia, paese che conosco bene e di cui apprezzo i sapori…anche se non tutti, le bancarelle piene di insetti caramellati le ho guardate ma non ho avuto lo stomaco di assaggiare nulla, lo ammetto! Straodinari li spiedini di frutta e tutti i vari noodles!
Eh si l'Oriente anche culinariamente è straordinario, non vedo l'ora di tornarci in Agosto, stavolta vado nel Borneo per godere della natura selvaggia e incontaminata! Avremo occasione di parlarne a Biella!
a presto
Silvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*