Malaga: arte, spiagge e tanta allegria

martedì, luglio 21, 2015


Vivace, colorata, allegra, Malaga rappresenta la quintessenza della fiesta spagnola: strade sempre animate di gente, una miriade di bar e locali che servono tapas e birra ad ogni ora del giorno e della notte e musica che riempie ogni angolo.

Oltre che apprezzata località di mare e divertimento, Malaga vanta anche importanti musei e monumenti storici che ne fanno una meta culturale interessante ed una tappa imprescindibile in un tour dell’Andalusia.

Il porto nuovo di Malaga


Malaga è da sempre legata al suo porto, non sorprende quindi che proprio questa zona della città sia stata oggetto negli ultimi anni di un’importante ed ambiziosa opera di ammodernamento che l’ha vista trasformarsi in uno dei principali punti di aggregazione e svago.
I vecchi e fatiscenti magazzini di stoccaggio sono stati abbattuti per fare spazio ad ampi e luminosi locali e negozi.
Qui oggi sorge il Muelle Uno, un centro commerciale con boutique e ristoranti di lusso molto amati dai turisti soprattutto la sera, quando la brezza marina soffia dal mare e rende ancora più piacevole passeggiare o degustare qualche piatto di cucina locale. 
Proseguendo lungo il porto si arriva al Palmeral de la Sorpresas, un fresco palmeto con fontane ed un ampio parco giochi per bambini. La passeggiata principale è protetta da una grande struttura in acciaio il cui tetto ricorda le onde del mare, un design futuristico che crea un piacevole contrasto con gli edifici storici del centro visibili in lontananza.

Le antiche vestigia moresche

Alcazaba: particolare dei capitelli
Alcazaba: particolare dei capitelli
Sulla collina che sovrasta il porto sorge uno dei simboli più famosi di Malaga, l’Alcazaba, un tempo residenza dei re arabi e baluardo della resistenza moresca di fronte agli attacchi delle truppe Cristiane. La fortezza è visitabile ed anche se meno imponente dell’Alhambra di Granada, vale sicuramente la pena di soffermarsi per ammirarne i giardini interni adorni di fiori, le eleganti decorazioni in stile moresco di colonne e capitelli e sopratutto per godere di una vista d’insieme del porto di Malaga che si stende ai piedi della collina su cui sorge l’Alcazaba.

La Cattedrale di Malaga


Il percorso nella storia di Malaga continua in centro dove sorge l’imponente Cattedrale: l’avvicendarsi di diversi architetti in epoche successive ha fatto sì che il risultato finale sia un sincretismo stilistico inusuale ed originale con la sovrapposizione e l’accostamento di elementi gotici, neogotici, neoclassici e barocchi. Iniziata nel 1528, la Cattedrale è rimasta incompiuta, manca infatti la torre di destra motivo per cui è soprannominata La Manquita, ovvero la piccola monca. 

Il Museo Picasso



Imperdibile in un soggiorno a Malaga la visita del Museo Picasso, il cittadino più illustre a cui la città ha dedicato questo spazio che espone oltre 200 opere appartenenti ai diversi periodi creativi del pittore. Molto bello l’edificio in cui ha sede, Palazzo di Buenavista, una casa in tipico stile andaluso del XVI secolo con decorazioni moresche. Accanto al palazzo si trova la casa natale di Pablo Picasso, contrassegnata da una targa.

Vivere Malaga


Il bello di Malaga è che terminate le visite ai palazzi e monumenti storici, rimane una città da vivere e da gustare ad ogni passo e ad ogni sorso! Impossibile resistere alla contagiosa allegria che scorre a fiumi per le vie del centro scandita da musiche e canti di concerti di strada. Quella di Malaga è una confusione bella, viva, energica, mai opprimente. Uno dei passatempi preferiti dei turisti è andare per taverne degustando in ognuna tapas accompagnata da birra! Imperdibile anche una cena a base di pesce in uno dei locali fronte porto. Dopo cena, un gelato da passeggio e quattro passi lungo il porto sono l’ideale per gustare lo spettacolo del centro e del porto illuminati, e per chi non vuole andare a dormire, la scelta delle discoteche in città o lungo le spiagge della Costa del Sol è infinita.

La bellezza del contesto urbano e i prezzi molto economici di cibo e bevande rendono questa città la destinazione perfetta per godere appieno della magia dell’estate spagnola. Per essere comodi alla movida che va in scena ogni sera, la soluzione ideale è prendere un hotel in centro o nei quartieri limitrofi, così da poter raggiungere le zone più animate a piedi evitando di dover cercare parcheggio, impresa che può rivelarsi al limite dell’impossibile in piena stagione!

La Feria de Malaga, la festa delle feste


Malaga è famosa in tutta la Spagna per le tante feste tradizionali, in primis la Feria de Malaga, una kermesse che commemora la riconquista della città da parte dei Re Cattolici nell'agosto del 1487; la Feria è una festa immensa che si apre con un grandioso spettacolo pirotecnico il terzo venerdì di agosto e dura per una settimana intera praticamente senza interruzione, con musiche, balli, spettacoli e tanto buon cibo. Se capitate da queste parti a fine agosto, non perdetevela per nessun motivo!


You Might Also Like

1 comments

  1. Questo settembre ho organizzato un fly and drive su tutta l'andalusia. Mi è piaciuto molto leggere questo articolo. :)

    RispondiElimina

Diventa fan su Facebook

Bloglovin'

Follow

Subscribe