iDotto, una audio-guida a portata di smartphone per scoprire Roma

giovedì, ottobre 30, 2014



La nostra guida turistica di fiducia per Roma, Valentina, ci presenta una nuova App per visitare la città.

Siete in partenza per un viaggio nella città Eterna? Volete scoprire gli angoli più suggestivi, le curiosità e le ricette tipiche? Avete voglia di girare in libertà, perdendovi tra i vicoli ricchi di storia? Siete in tanti, ma con curiosità diverse? Pensate che sia impossibile accontentare tutti e a rendere indimenticabile il vostro soggiorno?  La risposta è semplice e a portata di smartphone. 
iDotto, nuova e avanguardistica applicazione, guida vocale e mappa turistica, vi permetterà di vedere e approfondire quello che più vi piace. 

Grazie a iDotto potrete personalizzare il vostro tour, infatti, inserendo gli aspetti e gli argomenti da voi preferiti, sarete guidati a partire da questi, senza noiosissime introduzioni che non vi interessano, senza dover stare tutto il tempo con il telefono tra le mani a cercare quello che fa per voi. E mentre camminate per arrivare nel posto tanto desiderato iDotto vi racconterà dapprima quello che vi interessa, poi se avrete voglia ascolterete tutto il resto, altrimenti potrete fermarvi ad ammirare la vostra fontana preferita, una scultura che vi affascina, o i marmi intrisi di storia millenaria. 
A quanti di noi è capitato di scaricare sul telefono applicazioni o  mappe interattive, piene di contenuti interessanti, ma utilizzabili solo con la connessione internet? L’aspetto notevole di Idotto  è che tutto potrà essere fatto anche in modalità off line. Indossate gli auricolari, digitate una meta, e l’app grazie al GPS vi guiderà, con contenuti originali, pensati per voi e ultimo ma non ultimo, pensati per essere ascoltati, e non per essere letti. Questo è un aspetto da non sottovalutare, infatti, molto spesso, il limite delle applicazioni di stampo culturale-informativo  è proprio questo, contenuti troppo lunghi, troppo dettagliati, troppo letti e riletti su tutti i siti di informazione pseudo-culturale.


Potrete passeggiare liberamente, a testa alta, senza leggere, senza dover consultare continuamente mappe e cartine, senza lottare contro i riflessi del sole sul vostro smartphone per riuscire a vedere qualcosa. Avrete le mani libere, e d’estate le potrete usare per rinfrescarvi con una grattachecca, nata all’inizio del secolo scorso per combattere la calura estiva, è oggi una vera e propria istituzione, un simbolo della romanità moderna.  
Ma iDotto, non contiene soltanto contenuti di cultura. Siete pazzi per lo shopping? Bene, vi porterà nelle strade dello shopping. 
Volete visitare un luogo, ma non siete sicuri di attraversare mezza città per arrivarci? Posizionate la vostra app in modalità esplora e ascoltate cosa ha da raccontarvi, poi decidete se ne vale la pena. Inutile dirvi che a Roma vale sempre la pena. 
L’app può essere scaricata in due lingue, italiana e inglese, quindi potrete sfruttarla anche per allenarvi, per testare il vostro livello di inglese o molto più semplicemente potrete consigliarla al vostro amico di Londra che promette da anni di venire a trovarvi, ma non mantiene mai la parola data. Ditegli di scaricare l’app, sarà talmente affascinato dai contenuti e dalle curiosità, che la settimana successiva ve lo vedrete arrivare in casa vostra con una valigia che promette almeno 15 giorni di permanenza. 
Il team di iDotto, dopo i successi ottenuti, sta lavorando alla possibilità di realizzare anche altre applicazioni sulle città D’Italia, pensate a Firenze, Venezia e Milano, solo per citarne alcune. 

Ci sono 3000 racconti selezionati per voi.
Lo sapevate che Vespasiano inventò i gabinetti pubblici a pagamento? I Romani lo deridevano e criticavano per questa cosa, dicendogli che questi soldi avevano per così dire “un cattivo odore”,  ma lui senza lasciarsi influenzare dalle critiche rispondeva semplicemente “Pecunia non olet”. La citazione è talmente celebre che anche Alberto Sordi nei panni del Marchese del Grillo sentenziò “Roma è tutta un Vespasiano”. 
Oppure lo sapevate che le statue della facciata di San Pietro rappresentano Gesù, San Giovanni Battista e 11 dei dodici apostoli. Qual è l’apostolo mancante? 
E perché si dice che furono le oche a salvare i Romani dall’attacco dei Galli? 
E infine, lo sapevate che le Terme di Diocleziano sono state le terme più grandi della Roma antica? All’epoca quasi nessuno aveva i bagni in casa, quindi immaginate quante persone vi si recavano ogni giorno. 

Volete saperne di più? Allora prendete il vostro smartphone o il vostro tablet, digitate il sito http://www.idotto.com/index.html, scaricate la vostra applicazione e lasciatevi guidare in un viaggio millenario alla scoperta delle storie, degli aneddoti e delle curiosità che hanno portato la Città Eterna ad essere quella di oggi, perché passato e presente sono legati da un fil rouge invisibile che scorre nei secoli, sempre e per sempre. 

Roma, città fortunata, invincibile ed eterna 
Tito Livio, Ab urbe condita. 


Lasciati guidare
Valentina Nera 
Guida turistica autorizzata per Roma e Provincia. 
Tessera n° 4192 
valenera@hotmail.it; 3339841466. 

You Might Also Like

1 comments

Follow on Facebook

Bloglovin'

Follow

Subscribe